Sindrome di reye

La sindrome di Reye

La sindrome di reye è una patologia esclusivamente infantile che dipende da un virus che va a colpire vari organi diventando piuttosto grave. La causa o le cause certe non sono ancora state scoperte, quindi non possiamo sapere con certezza per quale motivo questa patologia si manifesti in determinati bambini. Si associa spesso alla somministrazione di alcuni farmaci ( in particolari quelli a base di acido acetilsalicilico)  quando c’è già un’infezione virale in atto, ma nessun medico può dire con certezza perché la sindrome si sia sviluppata causando infiammazioni di vario genere. Basta , in pratica, che vengano somministrati  tanti e vari  farmaci per la cura di raffreddore, febbre, influenza che questi a contatto con virus particolari diventano molto dannosi invertendo il loro effetto terapeutico. Solitamente la sindrome di reye porta, in casi meno gravi a forti disturbi intestinali ed epatici con sintomi quali vomito, diarrea e in altri casi anche tachicardia. Alcuni casi più gravi possono affettare il cervello e il sistema nervoso creando squilibri ormonali, allucinazioni, irritabilità, ipoglicemia, alterazioni d’umore.

Sindrome di reye Malattie

 

 

Terapie per la sindrome di Reye

La sindrome di Reye va curata a partire dai primi stadi perché, se a livello avanzato può essere molto pericolosa e causare coma e anche la morte. Se diagnosticata agli inizi è indispensabile una cura farmacologica atta a contrastare l’effetto negativo dei farmaci assunti ed evitare alcune delle complicanze che potrebbero sorgere. Si controllano , infatti, pressione arteriosa e intracranica, e , in caso di infezioni da batteri, si passa ad una cura di antibiotici.

Share