Scoperte le molecole che donano sazietà

Scoperte le molecole che donano sazietà Dieta

In uno studio pubblicato sulla rivista Molecular Metabolism, condotto da alcuni ricercatori dell’Università di Warwick nel Regno Unito, è stata affermata l’esistenza di alcune molecole come l’arginina e la lisina, in grado di interagire col nostro cervello ed innescare il senso di sazietà.

Lo studio ha rivelato che i taniciti, i neuroni che producono il senso di sazietà, entrano in funzione quando avvertono grazie ai loro recettori la presenza di determinate molecole, come l’arginina e la lisina presenti in alcuni alimenti, come ad esempio il merluzzo, il pollo, le mandorle o le lenticche. Per cui consumando maggiori quantità di alimenti che contengono tali preziosi amminoacidi, è possibile stimolare i tanicini e quindi attivare il senso di sazietà. Inoltre realizzando diete basate su cibi che cintengono tali molecole sarà possibile perdere peso più facilmente, e produrre in futuro dei farmaci in grado di controllare la fame.

Nicholas Dale, professore di Neuroscienza presso l’Università di Warwickv, ha dichiarato che dopo un pasto, i livelli di amminoacidi presenti nel sangue e nel cervello umano sono un segnale molto importante per misurare la sensazione di sazietà. Inoltre i taniciti, neuroni posti al centro della regione cerebrale che controlla il peso corporeo, servono a mantenere un perfetto e sano peso corporeo.

Secondo quanto hanno affermato gli autori dello studio sull’indice di sazietà, i taniciti possono generare nuovi neuroni, per cui studiando come vengono determinate nel nostro cervello l’assunzione del cibo e le spese energetiche, si possono creare nuove strategie per combattere l’obesità ed altri disturbi metabolici.

In merito a tale studio, Andrea Ghiselli, ricercatore del CREA o Consiglio per la ricerca in agricoltura e l’analisi dell’economia agraria, ha di recente dichiarato che si tratta di una scoperta interessante dal punto di vista della ricerca dei meccanismi legati al senso di sazietà, ma attualmente non vi è alcuna pratica immediatamente applicabile.

Ghiselli ha dichiarato che i cibi ricchi di arginina, lisina e alanina, sono tutti quelli che contengono proteine, dato che gli amminoacidi costituiscono la base delle proteine, ma ha pure precisato che assumendo più arginina e lisina non è detto che aumenti il senso di sazietà. L’esperto ha affermato i cibi che danno maggiore senso di sazietà sono quelli con alto contenuto di proteine, sia animali che vegetali, al contrario dei carboidrati.

Share