Sarcoidosi, diagnosi e cure

Sarcoidosi, diagnosi e cure Malattie

 

La sarcoidosi è una patologia non molto diffusa che solitamente colpisce le persone dai 20 ai 40 anni. Questa malattia è un’infiammazione che può colpire diversi tessuti ed organi del corpo umano e si contraddistingue per la formazione di noduli anomali, definiti nello specifico granulomi.

 

Che cos’è la sarcoidosi

In genere sono soprattutto i polmoni a ritrovarsi con questi piccoli grumi infiammati, anche se non è molto rara la loro presenza in altre parti dell’organismo umano. A seconda della zona colpita la sarcoidosi si manifesta con sintomi differenti, ma a volte può essere anche asintomatica e non destare alcun tipo di preoccupazione. Non è infatti raro che soggetti affetti da sarcoidosi non abbiano mai avuto alcun sintomo, anche perché tale patologia a volte può scomparire in maniera del tutto naturale, senza quindi che ci sia né una diagnosi, né tanto meno una cura.

 

Diagnosi e cura della sarcoidosi

E’ però proprio attraverso la giusta diagnosi che si può scovare la sarcoidosi e come viene effettuata? Inizialmente non è una patologia molto semplice da diagnosticare, proprio perché in genere presenta dei sintomi molto simili ad altre patologia. Se infatti ad esempio bisogna fare i conti con qualche granuloma presente nei polmoni, si può avvertire fiato corto, tosse persistente e questo può essere ricondotto ad una polmonite o altro. La diagnosi della sarcoidosi va effettuata attraverso un’anamnesi e con esami più dettagliati come raggi X ed analisi del sangue, possono essere utili anche TAC e risonanza magnetica che garantiscono la visualizzazione di tali granulomi. Visto come la sarcoidosi può anche scomparire senza alcun tipo di trattamento, a volte i medici preferiscono attendere il decorso di tale patologia e poi agire eventualmente con cortisonici.

Share