Oscillococcinum, il vaccino antinfluenzale secondo l’omeopatia

Oscillococcinum, il vaccino antinfluenzale secondo l'omeopatia Medicina

L’Oscillococcinum è un composto utilizzato in omeopatia come vaccino contro l’influenza. Si tratta insomma di un rimedio omeopatico realizzato proprio per il trattamento preventivo e sintomatico dell’influenza, che come sappiamo è il disturbo che capita più di frequente durante la stagione fredda; ma per dovere di cronaca è bene dire che questo Oscilloccinum è efficace non solo sull’influenza in quanto tale, ma anche su tutte le varie sindromi annesse come riniti, otiti e rino-faringiti.

Ma funziona per davvero? Prima di addentrarci troppo nei termini della questione, bisogna specificare che non parliamo di un vero e proprio vaccino, per cui non bisogna considerarlo come tale. L’Oscillococcinum è un medicinale omeopatico realizzato, così come riporta il produttore, con 1g di granuli di Anas Barbariae, Hepatis e Cordis extractum 200 K, e arricchito all’occorrenza con saccarosio e lattosio. Questa composizione lo rende particolarmente comodo sul fronte delle modalità d’uso, tanto è vero che questo medicinale lo si può facilmente assumere anche senza acqua, sciogliendolo direttamente in bocca sotto la lingua.

L’Oscillococcinum può rivelarsi utile per tenere alla larga febbre, raffreddore, mal di gola e spossatezza generale, ma se l’influenza riesce a penetrare questa sorta di barriera, ecco allora che i primi sintomi possono comparire e perdurare per più giorni: in casi di questo genere il ricorso al medico è naturalmente consigliato, anche se certo è che l’Oscillococcinum permetterebbe comunque di avere a che fare con una sintomatologia più lieve e non presenterebbe neanche alcun effetto collaterale di sorta.

La miglior prevenzione secondo gli specialisti omeopati consiste comunque nell’assumere un tubetto di Oscillococcinum una volta a settimana, per un periodo di tempo che va dai sei ai sette mesi (l’ideale è tra l’autunno e la primavera). Dal momento dell’assunzione si dovrebbe proseguire ad assumere una dose soltanto ogni 6 ore lontano dai pasti, 15 minuti prima o 1 ora dopo.

E per quel che riguarda i bambini non ci sono problemi, perché essendo ricavato da sostanze assolutamente naturali, questo prodotto omeopatico può essere assunto anche dai più piccoli: per i bambini si consiglia di assumere mezza dose diluita in un po’ d’acqua o nel biberon.

Share