Infarto e dintorni: le tante cause dei dolori al petto

Infarto e dintorni: le tante cause dei dolori al petto Malattie

I dolori al petto non dipendono necessariamente dall’infarto

La prima cosa a cui si pensa in caso di forti dolori al petto è senza dubbio l’infarto.
Da sempre, infatti, siamo stati abituati a pensare che la prima e principale causa dei suddetti spasimi sia proprio una forma di insufficienza cardiaca.

In realtà, le cause dei dolori al petto sono varie e decisamente numerose. Pertanto, non sempre esse dipendono dalla presenza di un infarto in corso.

Proprio a tal proposito, nel nostro articolo di oggi, cercheremo di svelare quelle che sono le differenti e principali motivazioni per cui è possibile avvertire dei forti dolori al petto.

Continuate a leggere e ne saprete di più!

Infarto e dintorni: le tante cause dei dolori al petto Malattie

Tante sono le cause dei dolori al petto

Le cause dei dolori al petto dipendono generalmente da quei sistemi ed apparati contenuti nella cassa toracica (il cuore, i polmoni, i muscoli, i tendini e così via…).

Di conseguenza, oltre all’infarto, tante altre possono essere le cause dei dolori al petto. Tra queste, per fare un esempio, troviamo la pericardite, l’embolia polmonare, la pleurite, il fuoco di Sant’Antonio, la polmonite, lo strappo muscolare, i calcoli biliari, il reflusso gastroesofageo, l’ulcera gastrica, i calcoli alla cistifellea e determinate infiammazioni delle costole e dello sterno.

Ovviamente, in caso si avvertano dei preoccupanti dolori al petto (generalmente, infatti, non è tanto difficile riconoscere una gastrite da qualcos’altro), è bene non sottovalutare la situazione e rivolgersi quanto prima ad un medico o a una struttura di pronto soccorso. In alcune delle cause descritte, del resto, ogni minuto può essere decisivo.

Infarto e dintorni: le tante cause dei dolori al petto Malattie

Come capire se i dolori al petto dipendono dall’infarto?

Riconoscere la presenza di un infarto in base ai dolori al petto non è sempre una cosa semplicissima (neanche per i medici).

Ad ogni modo, tra i sintomi peculiari dell’infarto, troviamo una sensazione di forte pressione sul torace (o sul seno per le donne), dolore crescente (nella parte alta dell’addome) che si estende fino a schiena, bocca, collo, spalla e braccio sinistro, problemi di respirazione, vertigini e sudorazione intensa.

Ovviamente, i sintomi dell’infarto possono essere diversi di volta in volta. Talvolta, addirittura, i dolori al petto risultano del tutto assenti.

Di conseguenza, è bene agire tempestivamente nel caso in cui si avverta uno o qualcuno dei sintomi sopra descritti. Naturalmente, nel caso non si tratti di un infarto (o di un problema similmente grave), i dolori al petto tenderanno a diminuire gradualmente. Nelle patologie più gravi, però, non solo ciò non succede, ma ogni minuto può rivelarsi fatale.

Infarto e dintorni: le tante cause dei dolori al petto Malattie

Share