I sintomi della glicemia alta

I sintomi della glicemia alta Benessere

Come abbiamo già avuto modo di dire in un precedente articolo, i sintomi della glicemia alta fanno riferimento a un determinato sfasamento di valori relativi a quella che è la concentrazione di glucosio nel sangue. A digiuno, infatti, non dovrebbero verificarsi i comuni sintomi della glicemia alta, se essa si assesta intorno ai 60-70 mg/dl.
Dopo i pasti, invece, o a seguito di un lungo digiuno, tali valori potrebbero variare. Tenere sotto stretto controllo la situazione, ovviamente, è davvero molto importante in quanto così come la glicemia bassa può determinare stanchezza e debolezza, i sintomi della glicemia alta possono indicare la presenza di malattie molto serie quali ad esempio il diabete.

Cause e sintomi della glicemia alta

Le cause a monte delle quali potrebbero essere avvertiti i sintomi della glicemia alta sono tanti. I più comuni, senza dubbio, vengono rappresentati da un consumo eccessivo di dolci, scarso controllo dello stress, vita sedentaria e poca attività fisica, alimentazione smisurata e squilibrata, abuso di una certa tipologia di farmaci, presenza di diabete e carenza di insulina.
Per l’esattezza, i sintomi della glicemia alta cui abbiamo poc’anzi accennato sono riassumibili in un anomalo stimolo alla minzione, forte e continua necessità di bere, offuscamento della vista, dimagrimento ingiustificato, stanchezza e sonnolenza, debolezza, poco appetito, secchezza delle vie orali e sfasamento delle analisi delle urine.
Il coma, in conclusione, è il caso più grave (ma anche più raro) di quelli che possono essere i vari e molteplici sintomi della glicemia alta.

Controllare i sintomi della glicemia alta

Come premesso, è molto importante tenere sempre sotto stretto controllo i sintomi della glicemia alta. Ovviamente non è un caso singolo a determinare la presenza di una malattia in corso, ma è bene stare attenti al proprio stile di vita se si vuole evitare un aggravamento delle condizioni e il manifestarsi delle più spiacevoli conseguenze.
Correggete allora quelle che sono le abitudini che ritenete sbagliate: seguite un’alimentazione equilibrata (che dia maggior spazio ai cibi integrali piuttosto che agli zuccheri raffinati), dedicate il giusto tempo a uno sport o all’attività fisica, non abusate con i farmaci e cercate di non sottoporre l’organismo ad un eccessivo carico di stress.
Basta poco, del resto, per prendersi cura del proprio corpo in modo ottimale ed evitare così i tanto temuti sintomi della glicemia alta.
Qualora poi, da un analisi delle urine, dovesse risultare qualche sfasamento, non astenetevi dal farvi visitare quanto prima da uno specialista del settore.

Share