Gli ingredienti dannosi presenti in commercio

Gli ingredienti dannosi presenti in commercio Dieta   Sebbene non ce accorgiamo, in commercio esistono diversi ingredienti dannosi, i quali a malincuore, sono quotidianamente presenti sulle nostre tavole. Si tratta di alimenti confezionati nelle grandi industrie, spesso eccessivamente ricchi di sale, zucchero e grassi. Inoltre si è notato che alcune malattie del benessere possono essere attribuite ad una scorretta alimentazione, per cui i due elementi sono inevitabilmente collegati. Tali ingredienti dannosi ( che tra poco analizzeremo) sono onnipresenti nella nostra dieta e devono essere limitati, per quanto ci è possibile.

Limitare gli ingredienti dannosi

Lo zucchero bianco è introdotto nel nostro organismo mediante vari alimenti: dolci, caramelle, bevande commerciali, conserve, liquori ecc.. Le sostanze zuccherine sono alimenti importantissimi della nostra dieta poichè rappresentano la fonte primaria per la produzione di energia; purtroppo è l’eccesso che le fa divenire letali. Diabete, obesità, ipertensione, problemi epatici sono solo alcune malattie dovute ad un’ eccessiva introduzione di zucchero bianco. Esso, prima di essere commercializzato, subisce una serie di processi che lo “raffinano”, eliminando tutti i minerali e le proteine che lo costituiscono.  In ogni caso, tra i sostituti dello zucchero raffinato ritroviamo la stevia, lo sciroppo di riso, il succo concentrato di mela o uva, lo sciroppo d’acero o d’agave.

Anche la farina 00 rientra, secondo il parere del Professore Franco Berrino, nella lista degli ingredienti dannosi. Egli ha constatato che la farina 00 determina un aumento della glicemia e un conseguente incremento dell’insulina. La farina raffinata può essere sostituita da farina integrale.

L’eccessivo consumo di zucchero bianco è accompagnato da quello del sale; non si dovrebbero superare i 5 grammi di sale al giorno, ma nel nostro Paese il suo consumo è quasi il doppio. Coloro che hanno l’abitudine di mangiare alimenti ben conditi di sale, hanno un maggior rischio di sviluppare malattie cardiovascolari e renali.

Altri ingredienti dannosi: l’olio di palma a i grassi idrogenati

L’olio di palma e i grassi idrogenati sono considerati ingredienti dannosi perchè estremamente ricchi di grassi saturi che compromettono il sistema cardiovascolare. I grassi idrogenati sono ottenuti tramite un processo di lavorazione degli oli insaturi, quindi sono prodotti industriale di origine artificiale. Essi sono piacevoli al palato ma sono ingredienti dannosi per il metabolismo dell’individuo.

 

Share