Emergenza in America: la terribile influenza killer USA

Emergenza in America: la terribile influenza killer USA Malattie

La corsa al vaccino è appena cominciata, ma i dati alla mano sono già allarmanti: ambulatori e farmacie, letteralmente invase da orde di americani spaventati ed impauriti, non riescono a soddisfare la totalità della clientela, né ad accontentare la domanda di coloro che tentano in ogni modo di sfuggire alla terribile influenza killer USA.

Quanto sta accadendo negli Stati Uniti di questo gennaio ai primissimi albori è una cosa davvero impressionante! Duecento adulti e ben 25 bambini, più del 7% di coloro che si sono ammalati, risultano deceduti a causa delle terribili conseguenze dell’influenza killer USA. Quasi tutti gli Stati americani ne sono stati ovviamente colpiti e il virus in questione si è dimostrato talmente aggressivo che il governatore di New York, Andrew M. Cuomo, non ha avuto alcun dubbio: la metropoli più famosa d’Italia e del Mondo ha dato il via a questo freddo inizio di 2013 nella paura e nel pieno stato di emergenza!

Ma cosa sta accadendo realmente in America? Come si sta cercando di fronteggiare l’influenza killer USA e quando terminerà la corsa ai vaccini che ha messo in ginocchio tutte le farmacie americane?

Tutto esaurito: scarseggiano i vaccini per l’influenza killer USA

Titolari e farmacisti sono davvero impressionati: in pochissimi giorni, infatti, le richieste e le file per ottenere il “miracoloso” vaccino contro l’influenza killer USA sono come minimo quintuplicate.
Medici e dipendenti sono stati spesso costretti a respingere i clienti in coda da ore, e un po’ ovunque scarseggiano le scorte del tanto ambito siero preventivo.
Non sono bastati, del resto, nemmeno gli straordinari degli addetti ai lavori nel fine settimana appena trascorso: troppi, purtroppo, sono ancora gli americani che pur desiderando il vaccino per l’influenza killer USA ne risultano sprovvisti!
Il governo ha lanciato lo stato di emergenza, e un po’ ovunque si sta scatenando il panico. La terribile influenza killer USA miete vittime e spaventa famiglie intere.

Ma il picco dell’influenza killer USA sembrerebbe essere stato raggiunto

Nonostante la corsa ai vaccini stia dunque raggiungendo livelli di emergenza esasperanti, il picco dell’influenza killer USA (il cui virus risulta noto in campo medico con il nome di virus H3N2) dovrebbe essere stato raggiunto. La situazione ospedali resta però ancora molto critica.
Lo Stato più colpito in assoluto è stato il Massachusetts, con l’ospedale di Boston a corto di posti letti; a seguire stanno avendo serie difficoltà di ricovero anche i centri medici del Distretto di Columbia, della Pensylvania, del Maine e del North Carolina, oltre ovviamente a quelli della città di New York!

Share