Curare il cancro al seno: è possibile?

Curare il cancro al seno: è possibile? Medicina   Attualmente  il cancro al seno viene curanto mediante un intervento chirurgico che esporta completamente le cellule neoplastiche. Quasi tutte le donne con un cancro al seno, indipendentemente dallo stadio, subiscono un intervento chirurgico per rimuovere i tessuti malati. Molto spesso si ricorre alla terapia conservativa, caratterizzata dal fatto che si asporta solo la parte in cui è presente la lesione, togliendo solo un quadrante del seno. Alcuni scienziati australiani provenienti dai più importanti centri allestiti per il cancro al seno ( Peter MacCallum Cancer Centre e  Monash Institute of Medical Research) hanno scoperto la modalità di diffusione delle cellule cancerogene, ovvero hanno scoperto come fanno le cellule ( che determinano il cancro al seno ) a disattivare il segnale che ordina al sistema immunitario di combatterle.

La via di diffusione del cancro al seno

La scoperta dei ricercatori australiani è molto importante, perchè evita che il cancro al seno metastatizzi. Infatti, il cancro al seno è la prima causa di mortalità per tumore nel sesso femminile proprio perchè riesce a invadere rapidamente gli altri organi, soprattutto le ossa. Colei che ha guidato la ricerca è stata l’oncologa Belinda Parker, conosciuta in tutto il mondo. Secondo i suoi studi riportati sulla rivista Nature Medicine, le cellule neoplastiche hanno la capacità di disattivare l’azione del sistema immunitario “nascondendosi” nel flusso sanguigno. Queste scoperte sono avvenute grazie a biopsie compiute su donne affette dal cancro al seno e mediante numerosi  esperimenti compiuti sui topi.

La disattivazione del gene IRF7 causa il cancro al seno

Nelle donne affette da cancro al seno è stato constatato che il gene IRF7 è disattivato, per cui il tumore si diffonde rapidamente.  Questo gene controlla la produzione dell’interferone, una proteina prodotta dal sistema immunitario, ch’è in grado di inibire la crescita di alcune cellule tumorali. L’unico inconveniente è che sono necessarie ulteriori sperimentazioni affinchè la terapia venga proposta alle case farmaceutiche; per il momento si sa solo che gli studiosi hanno trovato due modi per ripristinare la risposta immunitaria nelle donne affette da cancro al seno.

Share