Controindicazioni semi di chia

Controindicazioni semi di chia Dieta

Esistono controindicazioni semi di chia? Prima di rispondere a questa domanda è importante spiegare il perché negli ultimi anni si tenda ad utilizzare molto in cucina i semi di chia, prediligendone una versione in farina in sostituzione di quella normale. Si parla spesso di semi di chia principalmente per le loro proprietà nutrizionali.

 

Proprietà benefiche dei semi di chia

Infatti si tratta di semi ricchi di amminoacidi essenziali, sali minerali, proteine, carboidrati, lipidi, fibre vegetali ed antiossidanti. Grazie a tutti questi elementi nutritivi i semi di chia sono un vero e proprio patrimonio per la salute dell’organismo umano. Nonostante quindi ci siano dell controindicazioni semi di chia, è bene capire che questo prodotto naturale possa aiutare moltissimo chi soffre di celiachia, chi si ritrova con problemi di pressione arteriosa, ma soprattutto permette di dimagrire. Quest’ultimo aspetto non è da sottovalutare, infatti i semi di chia, che riescono ad assorbire grandi quantità di acqua all’interno dell’intestino, hanno anche il compito di generare subito il senso di sazietà, ecco perché si dice che i semi di chia possano aiutare a perdere peso. Inoltre c’è una presenza non indifferente di omega 3, un elemento che garantisce l’incremento del colesterolo buono contro quello cattivo, protegge al meglio il sistema immunitario ed aiuta a mantenere stabile il sistema nervoso centrale.

 

Quali controindicazioni?

Nonostante tutte queste funzioni positive, esistono però delle controindicazioni semi di chia. In modo particolare i problemi sorgono quando si ingeriscono enormi quantità di questo prodotto. Possono esserci innanzituto problemi all’intestino, assimilando infatti molta acqua, si può avvertire un rallentamento del transito intestinale, con conseguente difficoltà ad espellere la massa fecale. Inoltre le controindicazioni semi di chia riguardano anche fattori allergici, c’è insomma il rischio che alcuni soggetti possono essere intolleranti a tale alimento.

Share