Come prevenire l'ictus ischemico

Come prevenire l'ictus ischemico Malattie

L’ictus ischemico è un evento vascolare cerebrale patologico, con conseguente perturbazione acuta della funzionalità encefalica, focale o generalizzata (fonte: www.wikipedia.org). E’ generalmente provocato dalla rottura o semplicemente dall’ostruzione di un’arteria che, non consentendo l’afflusso di sangue in una determinata zona del cervello, determina in quella zona la morte delle cellule e del tessuto cerebrale.
Prevenire l’ictus, o limitare i danni permanenti che spesso purtroppo lo caratterizzano, è alle vole possibile. E vedremo proprio in questo articolo da cosa iniziare e come comportarsi per evitare di ricevere uno dei colpi più duri che il nostro fisico potrebbe mai ricevere durante tutta la sua vita.

Prevenire l’ictus riconoscendone subito i sintomi

Prima di spiegare come è possibile prevenire l’ictus, è bene elencare quelle che sono le sue più comuni cause.
Le principali fonti di ictus ischemico, infatti, possono essere rappresentate da vasculopatia aterosclerotica, occlusione delle piccole arterie, cardioembolia, disordine ematologico, anomalie congenite e vasculopatie traumatiche.
I fattori di rischio aumentano in casi di diabete, colesterolo e pressione alta, avanzamento dell’età e stile di vita non troppo equilibrato.
I sintomi maggiormente caratterizzanti l’ictus sono, a seconda dell’arteria colpita, insensibilità o paralisi unilaterale, difficoltà della parola e della concentrazione, perdita di equilibrio, emicrania particolarmente forte e spesso estesa fino al volto,  vomito, riduzione della vista e incoscienza.
Riconoscere subito i suddetti sintomi è estremamente importante per prevenire l’ictus e rivolgersi il prima possibile ai mezzi di soccorso. La tempestività, infatti, è in questo caso fondamentale: più tempo passa, più i danni permanenti possono rivelarsi gravi.

Come prevenire l’ictus nella quotidianità

Anche in quelle che sono le abitudini quotidiane e gli stili di vita è possibile cercare di prevenire l’ictus. E’ necessario infatti mantenere la pressione arteriosa a livelli consentiti in modo da evitarne la suddetta rottura o occlusione. L’alimentazione ad esempio è assolutamente fondamentale: è bene che essa sia povera di sale, alcol e grassi di origine animale, ma ricca di pesce (tra le due e le quattro volte a settimana), verdura, frutta, cereali, legumi, latte e latticini a basso contenuto lipidico. E’ bene poi, per prevenire l’ictus, smettere di fumare, svolgere una buona dose di attività fisica e tenere sotto controllo diabete, patologie cardiovascolari e colesterolo.

Share