Come prevenire i funghi in piscina

Come prevenire i funghi in piscina Malattie

Le malattie della pelle: come prevenire i funghi in piascina

D’estate, si sa, si frequentano continuamente moltissimi luoghi affollati. Il mare, la spiaggia, la piscina, i bar… Non c’è giorno in cui non si entri in contatto con tante persone e, volente o nolente, con una vasta tipologia di virus e batteri.

In particolare, tra gli innumerevoli microorganismi in cui ci si può imbattere d’estate, troviamo senza dubbio le micosi e i funghi della pelle.
Mentre le prime consistono in una sorta di disturbo cutaneo causato da eccessiva sudorazione e screpolatura della pelle, con macchie rosee, arrossamenti, desquamazioni e sensazioni di prurito e/o dolore, i secondi si contraggono generalmente nei luoghi molto umidi, quali la piscina, lo docce pubbliche e gli spogliatoi.

Il cosiddetto “piede d’atleta”, infatti, si manifesta con uno sfogo molto pruriginoso tra le dita delle mani e dei piedi e si cura esclusivamente con determinate pomate e antimicotici.

Terapia a parte, però, prevenire i funghi in piscina è una cosa estremamente semplice e possibile. Basta mettere in pratica qualche accortezza e seguire alcuni pratici e facili consigli. Vediamo dunque, di seguito, come fare a prevenire i funghi in piscina.

Suggerimenti indispensabili per prevenire i funghi in piscina

Prima di passare a descrivere come prevenire i funghi in piscina, è bene definire sommariamente cosa essi siano esattamente  e perché generalmente si contraggano.

La Tinea Pedis (questo è il nome esatto del fungo) è un’infezione molto diffusa che si contrae generalmente nei luoghi molto umidi, dove i batteri prolificano in massa, o all’interno di quelle calzature che non permettono la corretta traspirazione del piede, il quale resta bagnato e sudaticcio.
Riuscendo a prevenire i funghi in piscina, ovviamente, ci si risparmia una larga serie di conseguenze decisamente molto fastidiose. La Tinea Pedis, infatti, si manifesta con arrossamenti e desquamazioni biancastre e maleodoranti che, dalle fessure tra i terzo e il quarto metacarpo si diffondono poi largamente in tutto il resto del piede fino, se non si interviene, al calcagno e alla caviglia.
Viene da sé, naturalmente, che se non si riesce a prevenire i funghi in piscina, tali screpolature debbano essere curate tempestivamente, in quanto possono lasciare il posto a vesciche che, rompendosi, danno vita a croste passibili di ulteriori infezioni.

Attenti a prevenire i funghi in piscina!

Riuscire a prevenire i funghi in piscina è una cosa possibile e anche abbastanza semplice. Le prime accortezze da mettere in pratica, infatti, sono le seguenti:

– usare sempre sandali e ciabatte quando si cammina sul bagnasciuga o sul bordo vasca;

– evitare di stare a piedi nudi anche, e soprattutto, quando si usano docce e spogliatoi comuni (il sapone non uccide la Tinea Pedis);

– utilizzare calzature traspiranti e scoprire il piede quanto più possibile per tenerlo asciutto ed evitare la proliferazione dei batteri;

– prediligere scarpe aperte.

Share