Cancro nelle donne: il rischio aumenta con l’altezza

Cancro nelle donne: il rischio aumenta con l'altezza Malattie

Quanto maggiore è la statura tanto più alta è la probabilità che la donna contragga il cancro dopo la menopausa. Ad affermarlo è un nuovo studio americano che per giungere a questa conclusione ha preso in esame 144.701 donne in postmenopausa di età compresa tra i 50 e i 79 anni: dal monitoraggio è emerso che 20.928 di queste sono risultate positive ad uno o più tumori.

Di questo campione trovato positivo alla presenza di cellule cancerose, poi, è stato analizzato praticamente di tutto: dall’età al peso, dall’altezza al livello di istruzione, fino all’attitudine al fumo e al alcool. Ebbene, da tutta questa serie di analisi e tenendo conto dei 19 diversi tumori rinvenuti in questo campione di donne, è venuto fuori che nessuno di questi mali avesse un’associazione negativa con l’altezza.

In particolar modo è risultato curioso il nesso scoperto dai ricercatori, ossia che per ogni 10 centimetri di altezza pare vi sia un 13% di possibilità in più di contrarre diverse tipologie di cancro. Più nello specifico, le donne più alte avrebbero tra il 13 e il 17% di possibilità in più di risultare positive a un melanoma, a un tumore alla mammella, al cancro dell’ovaio, dell’endometrio e del colon; e la percentuale di rischio supererebbe abbondantemente il 20% per quel che riguarda l’insorgenza di tumori al rene, al retto, alla tiroide e al sangue.

Lo studio pubblicato sulla rivista Cancer Epidemiology Biomakers & Prevention, dunque, mette in guardia le donne più alte della media: il rischio di finir vittime del cancro, nel loro caso, è sicuramente più elevato rispetto a quante hanno una statura medio-bassa. “Siamo rimasti sorpresi anche noi dal numero di sedi tumorali che sono state positivamente associate all’altezza. In questa raccolta di dati, vari tumori sono abbinati all’altezza e all’indice di massa corporea”, ha dichiarato in proposito il dottor Geoffrey Kabat, epidemiologo del Dipartimento di Epidemiologia e Salute Pubblica dell’Einstein College of Medicine di New York.

Secondo Kabat, il “cancro è il risultato di processi che sono implicati nella crescita, quindi ha senso affermare che gli ormoni o altri fattori della crescita che influenzano l’altezza possano anche influenzare il rischio di cancro”. I risultati raccolti da questo studio saranno pertanto oggetto di ulteriori approfondimenti e di nuove ricerche.

Share