Ansia e stress da vacanza: come evitarli e godersi le ferie

Ansia e stress da vacanza: come evitarli e godersi le ferie Psicologia

Molti italiani sono partiti e altri stanno per farlo. L’estate 2017 è entrata nel vivo ed è quindi giunto il momento di parlare di vacanze. Per alcune persone, però, viaggio e vacanza sono sinonimi di ansia, stress e tensione nervosa. Come fare allora a prevenire ansia e stress da vacanza?

Il mental coach Roberto Re ha provato a fornire alcuni consigli utili per cercare di vivere questo periodo dell’anno con energia e positività, anche perché si aspetta tutto l’anno per arrivare a toccare con mano le vacanze estive: non sarebbe forse un peccato lasciarsele rovinare dalle nostre tensioni, spesso e volentieri irragionevoli?

Per questo motivo potrebbe tornarci utile anche il solo proiettarci al momento della partenza: mentre organizziamo la partenza o prenotiamo, cerchiamo di immaginarci già nel luogo di destinazione, proviamo insomma ad essere in vacanza anche solo con la mente. Questo esercizio mentale ci aiuterà a rilassarci e a scacciare i cattivi pensieri, e ci aiuterà anche a goderci meglio la vacanza stessa, lasciando che le preoccupazioni legate al vivere quotidiano rimangano appunto “nell’altro pezzo di vita”: in vacanza non ci devono essere troppi pensieri che affollano la mente!

E quando diciamo che non ci devono essere pensieri, non ci riferiamo soltanto alle bollette da pagare o al capo da affrontare al rientro, ma anche al sol pensare alla data ultima delle ferie, perché essere già proiettati al momento del rientro di certo non ci aiuterà a godere del presente!

Durante la vacanza, poi, sforziamoci di fare un po’ di attività fisica. Il movimento infatti allenta le tensioni nervose e lascia defluire eventuali accumuli di stress. E nel mezzo, non rinunciamo ai nostri interessi: se per esempio siamo amanti della lettura, portiamoci dietro un buon libro, che diventerà a quel punto motivo di tranquillità e relax, tenendoci impegnati nei momenti di solitudine che decideremo di ritagliarsi.

Perché sì, la vacanza è anche fatta di solitudine, o meglio, di intimità: l’ideale sarebbe riuscire a bilanciare l’aspetto sociale, quindi le relazioni con gli altri e la stretta di nuove amicizie, con appunto dei momenti più introspettivi e dedicati a sé.

Share