Affaticamento agli occhi provocato dal PC: 3 metodi per prevenirlo

Affaticamento agli occhi provocato dal PC: 3 metodi per prevenirlo Benessere

Molte persone utilizzano per lavoro il computer, il quale provoca frequentemente affaticamento agli occhi. Alcuni studi hanno dimostrato che l’affaticamento, insieme ad altri fastidiosi sintomi visivi, si verificano nel 50-90% dei lavoratori informatici. Questi problemi possono andare dall’affaticamento fisico, alla diminuzione della produttività e all’aumento del numero di errori lavorativi, fino ad arrivare a spasmi e rossore agli occhi.

Ecco 3 semplici passaggi da eseguire per ridurre il rischio di affaticamento agli occhi e altri sintomi comuni provocati della sindrome da visione artificiale.

Fare un esame oculistico completo

Fare un esame oculistico completo è molto importante per prevenire o curare i problemi alla vista provocati dal computer. Il consiglio per chi lavora tutti i giorni davanti al computer è quello di farlo ogni anno.

Durante l’esame, assicurarsi di dire all’oculista quanto spesso si utilizza il computer sia a lavoro che a casa. Misurare quanto sia la distanza degli occhi dallo schermo e menzionarla durante l’esame oculistico in modo che il medico possa testare gli occhi a quella specifica distanza.

Utilizzare la corretta illuminazione

L’affaticamento degli occhi è spesso causato da una luce eccessivamente luminosa, sia da quella solare proveniente dall’esterno che da quella che penetra dalla finestra, o da un’intensa illuminazione interna. Nel momento in cui si utilizza un computer, l’illuminazione dell’ambiente deve essere ridotta la metà di quella normalmente utilizzata in condizioni normali.

Grazie all’utilizzo di tapparelle o tende, la luce esterna può essere ridotta. Per ridurre quella interna, sarebbe ottimo l’utilizzo di lampadine a bassa intensità. La posizione ideale del monitor sarebbe di lato alla finestra e mai davanti o dietro.

Molti utenti trovano che i loro occhi si sentano a loro agio quando evitano luci fluorescenti. Se possibile, utilizzare lampade da terra o alogene.

A volte il passaggio a luci fluorescenti a “spettro completo”, le quali si avvicinano più da vicino allo spettro di luce emesso da quella solare, può essere più confortevole per il lavoro al computer rispetto ai normali tubi fluorescenti. Ma anche l’illuminazione a spettro completo può causare disagio se è troppo luminosa. Provare a ridurre il numero di tubi fluorescenti installati sopra lo spazio di lavoro se l’illuminazione proveniente dal soffitto infastidisce.

Ridurre al minimo l’abbagliamento

Bagliori su pareti e superfici, insieme ai riflessi che vengono prodotti dallo schermo del PC sono una delle cause di affaticamento agli occhi. In questo caso, utilizzare uno schermo antiriflesso è un modo utile per prevenire il fastidio. Se le pareti dell’ufficio sono bianche, si potrebbe pensare di ridipingerle con un colore più scuro e dalla finitura opaca.

Per chi indossa occhiali, optare per lenti antiriflesso in quanto il rivestimento riduce il bagliore provocato dalla luce che si riflette sulla superficie anteriore e posteriore delle lenti.

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi