Cellulare vicino durante il sonno, quali rischi

Cellulare vicino durante il sonno, quali rischi Benessere

 

Sono molte le persone che hanno il cellulare vicino durante il sonno, una cattiva abitudine che rischia seriamente di interferire con il benessere dell’organismo umano. Molti utilizzano il proprio smartphone come sveglia mattutina e per questo tendono a lasciarlo acceso, ma si tratta di un errore comune che rischia di compromettere notevolmente il benessere di tutti.

 

Perché fa male avere il cellulare vicino durante il sonno

Avere con sé il cellulare vicino durante il sonno è pericoloso più che altro per la qualità del riposo e si sa che se non si dorme bene, è l’intero organismo a risentirne fortemente. Innanzitutto si rischia fortemente di dover fare i conti con l’insonnia, questo accade perché la luce degli schermi, che si evidenzia ogni qual volta arriva un messaggio o una notifica, ci costringe a svegliarci ed essere più vigli, con la conseguente difficoltà a riprendere sonno. Alcuni studi hanno evidenziato come anche pochissimi secondi di luce proveniente dallo schermo del cellulare, in un momento sbagliato, possono ingannare il corpo, ossia far credere che sia ora di alzarsi, in quanto si stimola la retina e vengono trasmessi tali segnali al cervello. E’ quindi opportuno evitare di tenere il cellulare vicino durante il sonno se si ha intenzione di riposare bene, in molti casi poi c’è anche la comparsa del classico mal di testa.

 

Cellulare ed insonnia

Il punto principale è che si dovrebbe spegnere il cellulare almeno due ore prima di dormire, lasciarlo fuori dalla camera da letto, questo perché la luce blu che proviene dallo smartphone, sparata negli occhi per tutta la serata, può interferire con la produzione dell’ormone melatonina, fondamentale per poter garantire un riposo sereno e tranquillo. Attenzione quindi se avete il cellulare vicino durante il sonno.

Share