Malattia di charcot-marie-tooth, sintomi

Malattia di charcot-marie-tooth, sintomi Malattie

 

Le neuropatie sono le patologie più subdole che esistano, perché colpiscono parti importantissime dell’organismo, come lo sono i nervi, ostacolando in questo modo il passaggio di informazioni dal cervello ai muscoli striati e lisci e dalla periferia al centro. Rientra in questa categoria di patologie la malattia di charcot-marie-tooth.

 

Che cos’è la malattia di charcot-marie-tooth?

Si tratta in questo caso di una polineuropatiadegenerativa sensitivo-motoria, causata dall’alterazione di uno dei numerosi geni che si occupano della formazione del nervo. Si parla più nello specifico di sindrome, quindi un insieme di patologie, progressiva, che si ritrova a peggiorare moltissimo con il tempo. Quali sono le conseguenze della malattia di charcot-marie-tooth? Si parte solitamente da piccole variazioni nelle capacità motorie, all’atrofia degli arti, le quali assumono una caratteristica forma assottigliata, con una serie di effetti correlati, da difficoltà di deambulazione e dolori muscolari, fino alla necessità permanente della carrozzina. In poche parole ci si ritrova a non riuscire più a camminare e a muovere i muscoli del corpo, ma la malattia di charcot-marie-tooth è alquanto lenta, ciò significa che per un bel po’ di anni si possono verificare solo dei piccoli effetti.

 

Quali sono i sintomi?

E’ una patologia che ha carattere fortemente ereditario e solitamente si manifesta prima dei vent’anni di età. La malattia di charcot-marie-tooth colpisce una su 2500 persone, ma quali sono i sintomi? Inciampo sull’avampiede o per piccoli gradini, distorsioni di caviglia, goffaggine nel camminare, crampi ai polpacci, inoltre si avvertono difficoltà ad abbottonarsi e a sbottonarsi, a usare chiusure lampo, a cucire, a scrivere calcando, a girare la chiave, a svitare tappi e coperchi di barattoli. Purtroppo non esiste una cura per la malattia di charcot-marie-tooth, ma indubbiamente sono stati fatti passi da gigante grazie alla riabilitazione.

Share