Il latte fa male?

Il latte fa male? Dieta

La domanda che spesso coinvolge anche gli adulti sull’ alimentazione è la seguente: “Il latte fa male?” Si tratta dell’alimento materno che viene assunto dal neonato fin dall’ inizio della sua vita ed in quel periodo è consigliato come il miglior alimento ricco di sostante immunologiche per proteggere il corpo del bambino dalle infezioni.
Esistono tuttavia dalle ragioni che fanno ritenere che il latte fa male. Quali sono? E perché alcune persone fanno fatica a digerirlo oppure non lo tollerano? Scopriamo insieme tutti i dettagli e le informazioni da tenere in considerazione sul latte e le sue proprietà.

Il latte fa male agli adulti

Esistono diverse scuole di pensiero relative al latte, molti sono favorevoli a non integrare il latte vaccino nella dieta perché non considerato necessario. Pensiamo al mondo dei mammiferi, gli essere umani sono gli unici che ne fanno uso anche dopo la fase di svezzamento.
Alcuni dottori sono pronti a confermare che si tratta di un alimento adatto solo ai neonati, la concentrazione di proteine è molto elevata e se negli adulti si supera il fabbisogno normale, si può arrivare a causare un sovraccarico geniale provocando danni al fegato e ai reni.
Considerate che nel latte vaccino, sono presenti grandi quantità di grassi saturi, la causa principale delle intolleranze e allergie alimentari che causano l’abbassamento delle difese immunitarie creando non pochi problemi alla digestione delle persone. Confermiamo quindi che il latte fa male perché contiene una quantità caseina maggiore di tre volte rispetto al latte materno, quindi un eccessivo consumo  può creare gravi danni all’ organismo.

Le proprietà del latte non sono reali?

Sicuramente avrete sempre sentito parlare del latte come alimento benefico per l’elevato contenuto di calcio. Lo sapevate che questa sostanza è quella più difficile da assorbire per il corpo umano? Inoltre un eccesso di calcio porta a determinare un pericoloso deposito sulle pareti arteriose con conseguente indurimento delle stesse e un aumento del colesterolo.
E’ vero, il latte contiene calcio ma anche delle proteine animali acide che il corpo fa fatica ad espellere, creando non pochi danni a livello di salute.

Attenzione al latte Scremato

Secondo un indagine, se il latte fa male in generale, quello scremato è peggiore rispetto a quello intero. Molti lo preferiscono per la bassa percentuale di grassi ma nessuno si accorge della quantità di proteine in più che ogni porzione di latte scremato propone.
Inoltre questa variante è poco ricca di ferro, lattosio o zucchero del latte e non è ben tollerato da tutti. Nella maggior parte dei casi è contaminato da antibiotici e ormoni della crescita. L’alternativa migliore è rappresentata da bevande simili al latte come gusto, ma di origine vegetale in modo da evitare danni al corpo.
Esistono moltissimi motivi per smettere di consumare il latte vaccino, in questo articolo vi abbiamo elencato solo i principali ma attenzione c’è molto di più da sapere e da tenere in considerazione. Prima di continuare con la vostra dieta abituale provate a fare colazione senza latte e vi accorgerete che vi sentirete più leggeri e in forma.
Valutate i pro e i contro e alla fine fate la vostra scelta naturale in base alle vostre esigenze.

Share