Fa male la sigaretta elettronica senza nicotina?

Nell’ultimo periodo si è parlato in misura molto insistente della sigaretta elettronica, un prodotto tecnologico in grado di simulare (o quasi!) gli stessi effetti prodotti dalla sigaretta tradizionale.

Ma fa male la sigaretta elettronica senza nicotina? Quali sono i danni determinati? E, in particolare, è vero che fa male ai polmoni?

Danni sigaretta elettronica senza nicotina

Quella della “sigaretta elettronica senza nicotina fa male” è un quesito piuttosto comune che i medici si sentono sottoporre costantemente dai propri pazienti, spesso senza arrivare ad una risposta concreta ed esaustiva, visto e considerato che le ricerche in tal proposito sono varie, e non sempre concordanti.

È d’altronde innegabile, da diversi anni a questa parte, il boom della sigaretta elettronica, tanto che in poco tempo le varie aziende produttrici hanno visto aumentare vertiginosamente le loro vendite, grazie soprattutto allo slogan che invita a fumare senza preoccuparsi più della propria salute.

Ma è realmente così? La sigaretta elettronica senza nicotina fa male ai polmoni?

Fin dalle prime fasi di vendita, i detrattori della sigaretta elettronica senza nicotina hanno sottolineato come tale sigaretta non sia in realtà del tutto innocua. Ma per quale motivo?

Sigaretta elettronica senza nicotina fa male ai polmoni?

In poche parole, la sigaretta elettronica senza nicotina contiene l’alcaloide cardiotossico delle sigarette normali e questo, quando raggiunge temperature piuttosto elevate, come accade con la vaporizzazione delle sigarette elettroniche, può produrre un alto livello di tossicità.

Certo, le sostanze utilizzate oggi sono controllate e sono sicuramente meno dannose di quanto magari si potesse pensare con i primi esemplari, e in linea di massima non sembrano esserci danni indotti dall’utilizzo di questi dispositivi.

Durante la valutazione dei danni potenzialmente indotti dalla sigaretta elettronica senza nicotina potrebbe inoltre essere utile agire in maniera comparativa, andando così a comprendere quali sarebbero i danni conseguiti a causa della sigaretta elettronica “tradizionale”. E scoprendo così che, sebbene non sia un prodotto indifferente per il nostro organismo, comunque la sigaretta elettronica è in grado di arrecare meno pregiudizi al nostro corpo rispetto a quelli ottenuti con la sigaretta tradizionale.

Prezzo sigaretta elettronica senza nicotina

Insomma, forse la sigaretta elettronica senza nicotina non è un prodotto estremamente salutare come molte aziende vogliano far credere, ma è chiaro come il danno potenziale sembra essere minore rispetto a quello che si potrebbe ottenere con le sigarette normali.

Per quanto concerne le tendenze che hanno indotto sempre più consumatori a optare per questo genere di prodotto, non può naturalmente che esserci anche quello legato al prezzo.

Il prezzo di una sigaretta elettronica senza nicotina varia a seconda dei modelli, con una gamma di prezzi tra i 15 e i 60 euro in media, cui aggiungere poi i prezzi delle varie ricariche, spesso differenziati a seconda dei componenti e dei gusti.

In ogni caso, si tratta di un costo che per un fumatore assiduo non mancherà di generare della convenienza economica in breve tempo, considerato che il prezzo delle sigarette (peraltro, sempre più elevato) è sicuramente superiore alla pari quantità di prodotto utilizzata dal fumatore.

Ad ogni modo, ancor più che per quanto concerne il prezzo, è opportuno che il fumatore che approccia alla sigaretta elettronica senza nicotina sia pienamente consapevole di quel che sta andando a “consumare”: un prodotto che difficilmente genererà le stesse “soddisfazioni” della sigaretta tradizionale, ma che potrà aiutarlo gradualmente o tempestivamente a passare verso un consumo meno nocivo rispetto alla sigaretta con nicotina, con minore dipendenza ma, comunque, con un impatto sul corpo che non sarà indifferente come qualcuno può ritenere, per quanto nuove ricerche non potranno che fornire nuovi valori aggiunti conoscitivi sui reali effetti.

Share