Cuore, le sigarette elettroniche possono essere una minaccia?

Cuore, le sigarette elettroniche possono essere una minaccia? News e curiosità

I risultati di alcune nuove ricerche, che saranno presentate alle sessioni scientifiche dell’American Heart Association del 2017, mostrano come le sigarette elettroniche influenzino il ritmo cardiaco e la funzione nei topi. 

La nuova ricerca è stata condotta da Daniel J. Conklin, Ph.D., un assistente presso l’Università di Louisville in Kentucky. Il Prof. Conklin e i suoi colleghi hanno esaminato l’effetto di due aerosol comunemente presenti nelle sigarette elettroniche: il glicole propilenico e la glicerina vegetale.

Sebbene sempre più persone si rivolgano alle sigarette elettroniche per il minor impatto che hanno sulla salute rispetto alle sigarette tradizionali, i Centri per il Controllo e la Prevenzione delle Malattie (CDC) avvertono che gli aerosol contengono, tra le altre cose, sostanze chimiche e metalli pesanti. Il CDC ammette inoltre che gli esatti “effetti sanitari e le dosi potenzialmente dannose dei liquidi di una sigaretta elettronica non sono completamente compresi”.

La nuova ricerca ci porta un passo avanti per capire questi effetti sulla salute, concentrandosi sul loro impatto sul sistema cardiovascolare. Il Prof. Conklin e il suo team hanno esaminato gli “effetti dell’esposizione tramite elettrocardiogrammi (ECG)” agli aerosol nei cosiddetti sistemi di distribuzione elettronica della nicotina (ENDS). I ricercatori inoltre volevano vedere l’impatto di questi effetti rispetto al fumo di una sigaretta tradizionale.

Hanno esposto i topi maschi sani con l’ENDS per 9 minuti, un periodo di tempo che si qualifica come esposizione acuta. I topi avevano trasmettitori ECG impiantati in essi. Inoltre, i topi sono stati esposti al fumo da sigarette tradizionali con e senza nicotina. Le misurazioni dell’ECG sono state confrontate con “controlli a tempo associati e filtrati”.

I ricercatori hanno scoperto che l’esposizione ad entrambi gli aerosol ENDS e al fumo di una sigaretta hanno rallentato rapidamente la frequenza cardiaca dei roditori. In altre parole, hanno attuato un processo di bradicardia indotta. Questa è una condizione che a volte può causare problemi, specialmente nei soggetti più anziani. I medici dicono che anche se non sempre è un problema, la bradicardia è qualcosa che la gente dovrebbe tenere sotto controllo.

I ricercatori hanno anche scoperto che l’esposizione ai due aerosol ha esteso il ciclo elettrico del cuore. “Similmente al fumo di sigaretta tradizionale” gli autori concludono “gli aerosol ENDS influenzano fortemente la funzionalità cardiovascolare nei topi”. “Gli umettanti riscaldati generano aldeidi”, aggiungono. Le aldeidi sono tossiche e conosciute perché possono causare malattie cardiovascolari e polmonari.

Anche l’acroleina, l’acetaldeide e la formaldeide vengono rilasciati quando i due aerosol sono riscaldati. Di questi, solo l’acroleina sembrava causare un rallentamento del battito cardiaco nei topi. Infine, lo studio ha anche rivelato che, prima del rallentamento della frequenza cardiaca, anche i topi hanno mostrato un aumento della pressione sanguigna.

Share