Cosa mangiare (e bere) quando si ha l’influenza

Cosa mangiare (e bere) quando si ha l'influenza Rimedi

In presenza dell’influenza, due cose sono assolutamente necessarie: riposo e tempo. Non esistono cibi e bevande che la curano magicamente. Però è importante bere tanto e mangiare cibi ricchi di nutrienti per aiutare il sistema immunitario a combattere i sintomi in modo efficace. Così facendo, il corpo potrà tornare efficiente più velocemente.

Il problema, semmai, è il poco appetito che si prova quando si ha l’influenza. Per questo motivo, alcuni nutrizionisti raccomandano l’assunzione di cibi e bevande che racchiudono i maggiori benefici, aumentando l’immunità e alleviando i sintomi.

Bevande elettrolitiche

Mantenere il corpo idratato quando si ha l’influenza è molto importante, soprattutto se la febbre è alta e la sudorazione è eccessiva. E’ inutile dire che il liquido per eccellenza in grado di fare questo è l’acqua, ma l’aggiunta di bevande di natura sportiva ricche di elettroliti oppure acqua di cocco aiutano a reintegrare sodio e potassio.

Spesso, una bevanda aromatizzata è molto più appetibile dell’acqua naturale e potrebbe incoraggiare a bere maggiormente. I nutrizionisti spesso sconsigliano le bevande zuccherate sportive per le persone che non consumano molta energia durante l’allenamento, ma se il rifiuto di cibi solidi è molto forte, questo potrebbe essere il modo più semplice per assumere alcune calorie estremamente necessarie al corpo.

Tè verde

Tra le tante cose che sono state tramandate dalla medicina antica, una tazza di tè caldo è un toccasana per il corpo, soprattutto perché garantisce tanta idratazione. Di solito, l’influenza compromette le vie respiratorie superiori e bere liquidi caldi può aiutare ad aprirle. Bere acqua a temperatura ambiente potrebbe essere un buon viatico per aiutare a liberare le vie respiratorie.

Molti nutrizionisti raccomandano di bere tè verde poiché è la tipologia che contiene il più alto numero di antiossidanti. L’aggiunta di un po’ di miele può aiutare a lenire il mal di gola e alleviare anche la tosse.

Brodo di gallina

Fin dall’antichità, il brodo di gallina veniva utilizzato per combattere i sintomi dell’influenza o del raffreddore. Il brodo salato che deriva dalla cottura della carne di gallina può aiutare a idratare e sostituire il sodio perduto. L’aggiunta di verdure all’interno fornisce vitamine e minerali. La stessa gallina è fonte di proteine, le quali sono molto importante per la guarigione e per recuperare le forze quando si è malati.

Alcuni scienziati suggeriscono persino che le proprietà aromatiche del brodo di gallina possono sciogliere il muco e liberare i seni nasali; altre ricerche hanno scoperto che il brodo di gallina aiuta i globuli bianchi a combattere le infezioni ed a lavorare in modo più efficiente.

Share