Combattere la ritenzione idrica, ecco come

Combattere la ritenzione idrica, ecco come Benessere

 

Non è sicuramente semplice combattere la ritenzione idrica, un fastidio che affligge numerose donne e che chiaramente rovina notevolmente la forma fisica. La ritenzione idrica è un accumulo di liquidi che avviene nelle zone in cui il tessuto adiposo è più presente, quindi sui glutei, sulle gambe e sull’addome. Si verificano qui dei veri e propri rigonfiamenti, che prendono il nome di edema, e sono il risultato di una cattiva circolazione, ma soprattutto di un’alimentazione errata.

 

Combattere la ritenzione idrica con l’alimentazione

E’ importantissimo, per combattere la ritenzione idrica, cambiare totalmente il proprio stile alimentare, evitando quei cibi che sono la causa scatenante di tale problematica. Ovviamente, prima di capire quali cibi siano assolutamente da evitare, è bene non tralasciare nemmeno l’attività fisica, questa riattiva la circolazione ed evita il ristagno dei liquidi. Come quindi già accennato in precedenza sono alcuni alimenti che provocano la formazione della ritenzione idrica ed è opportuno eliminarli completamente dalla propria dieta. Per combattere la ritenzione idrica è necessario evitare di consumare cibi troppo salati, quindi eliminare insaccati, alimenti sott’olio o sotto sale, quelli insomma che sono ricchi di conservanti e soprattutto di sodio. Capito questo si può passare ad un’alimentazione molto più sana, basata su alimenti che favoriscono il sistema linfatico e circolatorio, eliminando in questo modo il classico ristagno dei liquidi.

 

Il potere dell’acqua

Combattere la ritenzione idrica è possibile consumando tanta frutta e verdura, è soprattutto la vitamina C che fortifica e protegge i vasi sanguigni ed i capillari. Da non sottovalutare il potere dell’acqua, bisogna quindi bere molto durante il giorno e non limitarsi a farlo solo durante i pasti. Un aiuto per combattere la ritenzione idrica arriva anche dalle tisane diuretiche e purificanti.

Share