Collirio antistaminico monodose

Collirio antistaminico monodose Farmaco

Nel periodo primaverile, ma in generale durante la stagione più calda, emergono vari problemini agli occhi, con allergie che possono diventare molto fastidiose. A tal proposito è necessario fare uso di un collirio antistaminico monodose che permetta agli occhi di potersi ristabilizzare. Bruciore, prurito, rossore, lacrimazione facile, sono questi i sintomi più comuni di allergia e il collirio antistaminico monodose è l’idale per potersi curare e soprattutto non sprecare i vari flaconcini. Con i colliri antistaminici normali capita molto spesso di non poterli conservare, con invece quelli monodose non esiste tale problema. Si tratta di una farmaco di automedicazione che può essere tranquillamente usato anche senza la prescrizione medica, ma è preferibile consultare sempre un medico prima di sottoporsi a questa cura, che può sembrare banale, ma si tratta sempre di un medicinale.

Che cos’è il collirio antistaminico monodose

Il collirio antistaminico monodose è un unguento che penetra nella mucosa dell’occhio, simile alle lacrime naturali, in questo modo si evita di creare problemi all’occhio, non è insomma dannoso per le strutture oculari. La funzionalità del collirio antistaminico monodose è quello di arrecare subito un certo sollievo all’occhio che è alle prese con una piccola allergia. Inserendo due o tre gocce di questo medicinale nell’occhio si noteranno subito dei miglioramenti, qui il liquido si deposita sulla superficie dell’occhio e passa attraverso la cornea per arrivare poi nelle strutture più interne e risolvere il problema.

Le controindicazioni

E’ meglio però non utilizzare un collirio antistaminico ogni giorno, perché l’occhio necessita comunque di respirare. Con l’utilizzo frequente si rischia infatti di far soffrire i vasi della superficie oculare, riducendo in questo modo il passaggio del sangue, ecco perché è meglio utilizzare il collirio antistaminico monodose non molto spesso.

Share