Ciclo in gravidanza, è possibile?

Ciclo in gravidanza, è possibile? Benessere

 

Quando una donna scopre di essere incinta sa come il ciclo in gravidanza non sia presente, proprio la mancanza di mestruazioni infatti è il primo sintomo tangibile del periodo di gestazione. Eppure ogni organismo umano è differente dall’altro, soprattutto per la gravidanza che è un momento in cui la soggettività prevale su tutto e diventa quasi inutile fare un paragone con altre donne.

 

Ciclo in gravidanza, cosa accade?

Il ciclo in gravidanza è possibile? Innanzitutto è sbagliato parlare proprio di ciclo, in genere si tende ad identificarlo come falso ciclo, ma indubbiamente possono verificarsi episodi di perdite di sangue anche quando la gravidanza è più che avviata. Dal punto di vista scientifico parliamo di spotting da annidamento che avviene principalmente all’inizio della gravidanza, evidenziando come l’ovulo fecondato si sia attaccato alle pareti dell’utero. E’ soprattutto nei primi due trimestri che possono verificarsi fenomeni di ciclo in gravidanza, qui si attua un processo di ricordo in cui praticamente il corpo sa che in un determinato periodo del mese deve adattarsi alle mestruazioni, l’utero però fecondato risponde espellendo quanto rimasto dai cicli precedenti e le perdite possono essere in questi casi più o meno abbondanti.

 

Quando il ciclo in gravidanza è pericoloso

E’ tutto questo processo che dà vita al ciclo in gravidanza, ma se la situazione si verifica in maniera troppo frequente o con perdite piuttosto abbondanti, può anche trattarsi della classica minaccia di aborto ed in questo caso non si parla di una condizione normale, ma è opportuno consultare il proprio ginecologo. In genere il parere dell’esperto deve essere sempre preso in considerazione, anche perché in questo modo si potranno avere più certezze a riguardo.

Share