Alimentazione al femminile: le over 35 puntano sulla qualità

Alimentazione al femminile: le over 35 puntano sulla qualità Dieta

Che cosa mangiano le donne italiane? E quelle che sono a dieta, sono davvero attente a quello che mettono in tavola? Un’indagine condotta da Doxa/Unaitalia ha provato a mettere a confronto due generazioni di donne, le over 35 e le millenials. Le signore con più di 35 anni sono risultate essere più attente alla qualità del cibo che mangiano, mentre le più giovani sono apparse più attente alla convenienza.

Secondo l’indagine Doxa, più di 7 donne italiane su 10 dichiarano di mangiare frutta e verdura praticamente ogni giorno. Più della metà di loro (il 55%) mangia pane quotidianamente, mentre la pasta è un piatto giornaliero solo per una donna su tre (il 35%). I formaggi invece vengono consumati almeno una volta a settimana dal 78% delle donne, e i legumi un po’ meno, ovvero dal 71% delle intervistate.

Per quanto riguarda le proteine, spopola la carne bianca: il pollo, considerato (a ragione) sano, leggero e versatile, è la fonte di proteine più apprezzata dalle donne del Belpaese; ma per quel che concerne le proteine vengono apprezzate anche le uova (68%) e il pesce (65%).

Tornando al discorso carne, le donne italiane sembrano sempre meno affezionate a questo tipo di alimento anche se il 63% dichiara comunque di mangiare salumi e prosciutti, il 57% la carne rossa e il 55% quella di maiale. Meno apprezzate le carni di manzo (47% di share) e vitello (41%). Sei donne su 10 dichiarano comunque di non aver seguito alcun tipo di dieta nell’ultimo anno, ma la metà delle ragazze di età compresa tra i 18 e i 34 anni ammette di averne seguita una di recente.

Tuttavia, dieta o meno, le donne italiane tendono ad apprezzare il loro corpo: il 65% di loro, indipendentemente dalla generazione, si dichiara piuttosto soddisfatta dalla propria forma fisica. Il 22% è a suo agio con il corpo, mentre le donne che si ritengono insoddisfatte del loro corpo rappresentano il 10% del campione.

Share