L’orticaria nei bambini

L'orticaria nei bambini Malattie

In cosa consiste l’orticaria nei bambini

Legata prevalentemente a cibi allergizzanti o a intolleranze alimentari, l’orticaria nei bambini rappresenta un disturbo diffuso ma assolutamente gestibile.
Per la precisione, infatti, l’orticaria nei bambini si manifesta nel momento in cui l’organismo, nel corso di una reazione allergica, rilascia l’istamina, la sostanza che scatena le peculiarità sintomatiche del disturbo che descriveremo nel nostro articolo.
Quali sono dunque i sintomi più comuni dell’orticaria nei bambini? Come riconoscerla e, soprattutto, come individuare i fattori cui attribuirne la causa? Come curarla e quando rivolgersi al medico?
Risponderemo a queste e a molte altre domande nei paragrafi che seguono.
Continuate a leggere!

L'orticaria nei bambini Malattie

Le cause più comuni e i sintomi dell’orticaria nei bambini

Come premesso poc’anzi, tra le cause più comuni dell’orticaria nei bambini troviamo l’assunzione di cibi cui il piccolo è allergico o intollerante. L’orticaria da allergia a un determinato cibo, infatti, si può diagnosticare abbastanza facilmente quando i sintomi compaiono dopo poco tempo dall’ingestione di un cibo potenzialmente allergizzante (anche in dosi minime, al contrario dell’orticaria da intolleranza nella quale la quantità di cibo ne determina in genere l’entità).
Inoltre, tra le cause scatenanti l’orticaria possiamo rilevare anche la presenza di un’infezione da virus o da batteri.
Scendendo nei dettagli, i sintomi più caratteristici dell’orticaria nei bambini vertono sulla comparsa di chiazze rosate o rossastre, gonfie e pruriginose.

L'orticaria nei bambini Malattie

Quando rivolgersi al medico e come fare a curare l’orticaria nei bambini

L’orticaria nei bambini è una situazione comune e davvero molto diffusa. Se siete avvezzi ad affrontarla e sapete gestirla per il meglio, non è sempre necessario ricorrere all’aiuto del medico. Le prime volte però, o in caso di orticaria particolarmente forte, può essere auspicabile contattare il dottore o il pediatra. Nello specifico, meglio non ricorrere al fai-da-te in caso di grave gonfiore del viso del bambino, difficoltà a respirare, tosse, intontimento, manifesta debolezza e assunzione di un cibo cui il piccolo è particolarmente e severamente allergico.
Diversamente, si può affrontare l’orticaria nei bambini somministrando un antistaminico e applicando localmente un prodotto in grado di calmare il prurito.
In conclusione, potreste trovare molto utile consultare un elenco dei cibi che maggiormente possono scatenare l’orticaria nei bambini. Tra questi, dunque, citiamo le fragole, gli spinaci, i pomodori, il cacao, i frutti esotici, i salumi, la frutta secca, i funghi, alcune tipologie di formaggi, i lieviti, il frumento, i coloranti, i conservanti, le uova, le arance, i crostacei, le pesche e il latte di mucca.

L'orticaria nei bambini Malattie

Share