Le malattie psicosomatiche: come si diagnosticano

Le malattie psicosomatiche: come si diagnosticano Medicina

Dopo accurate ricerche, si è evinto che tra il corpo e la mente intercorre una profonda relazione e pertanto problemi che riguardano la psiche (stress, ansia , risentimento) possono provocare disturbi a livello organico: parliamo in questo caso di malattie psicosomatiche. Le malattie psicosomatiche sono delle malattie fisiche causate da stati emozionali; esse, compromettendo il sistema nervoso autonomo, si denotano in disturbi dell’apparato gastrointestinale, dell’ apparato cardiocircolatorio (tachicardia, aritmia, ipertensione), dell’apparato respiratorio (asma, iperventilazione), dell’apparato urogenitale (dolori mestruali, impotenza, eiaculazione precoce o anorgasmia, enuresi), del sistema cutaneo (psoriasi, acne, dermatite atopica, secchezza della cute e delle mucose, sudorazione eccessiva) e del sistema muscolare (cefalea, crampi muscolari, mialgia, artrite).

Le malattie psicosomatiche più diffuse

Al giorno d’oggi, le malattie psicosomatiche più diffuse sono l’ipocondria e il disturbo di somatizzazione. Per ipocondria s’intende la preoccupazione profusa e infondata di un soggetto riguardo la propria salute; tale persona è comunemente definita come un malato immaginario. Per quanto riguarda il disturbo della somatizzazione, si differisce dalle altre malattie psicosomatiche perchè presenta vari sintomi e vari organi bersaglio (sintomi gastrointestinali, sessuali e pseudoneurologici). Un tempo conosciuto con il termine di isteria, tale disturbo ha un decorso cronico ed è strettamente connesso ad un disagio psicologico.

Il ruolo dello psicologo terapeuta nel caso delle malattie psicosomatiche

Lo psicologo terapeuta cercherà di capire l’eziologia della malattia attraverso non solo esami obiettivi, ma anche attraverso l’applicazione dell’empatia; il suo ruolo non è quello di giudicare e valutare il paziente, ma di valorizzarlo e accettarlo così com’è, in modo tale che egli possa avere una considerazione positiva di se stesso.

 

 

Share