La Silicea in omeopatia

La Silicea in omeopatia Benessere

Nel corso delle ultime settimane, ci siamo soffermati spesso a parlare di rimedi omeopatici e malesseri che con essi possono essere affrontati.

In un precedente articolo, abbiamo parlato di Gelsemium (cliccate qui per essere rimandati al post in questione); non poco tempo dopo abbiamo descritto l’Apis Mellifica (cliccate qui), ma vari altri e certamente numerosi sono i rimedi omeopatici trattati da questo blog.

Quest’oggi, tornando sull’argomento, approfondiremo quanto concerne la Silicea in omeopatia e, come al nostro solito, forniremo le caratteristiche peculiari del prodotto, diremo in quali casi esso venga consigliato e in che occasioni possa essere particolarmente utile assumere la dose indicata.

Ovviamente, quanto segue non può e non deve essere utilizzato come fonte di diagnosi o terapia. Il medico, o l’esperto di riferimento, restano le uniche figure cui rivolgersi per maggiori informazioni e indicazioni su Silicea in omeopatia.

La Silicea in omeopatia Benessere

Utilizzo della Silicea in omeopatia

Di seguito, descriveremo i casi principali in cui la Silicea in omeopatia potrebbe rivelarsi particolarmente indicata (per informazioni, chiarimenti e terapia contattate l’esperto).

A tal proposito, la Silicea in omeopatia viene utilizzata principalmente in caso di astenia, sonnambulismo, piaghe da decubito e fistolizzazione (ma anche acne), sensazione frequente di freddo, meteorismo, cali della concentrazione, rachitismo e blocco della crescita, acufeni, irritabilità, fragilità delle unghie, determinati  problemi ai capelli, determinate tipologie di infiammazione, ipersensibilità, ascessi, stato di salute cagionevole, sudorazione nella notte, alcune tipologie di micosi, pus nelle ferite, fragilità ossea, mal di testa, costituzione minuta, labbra secche e altro ancora.

A tal proposito, continuate a leggere per ulteriori informazioni sulla Silicea in omeopatia.

La Silicea in omeopatia Benessere

Non solo disturbi fisici: la Silicea in omeopatia

Andando ad inquadrare alcune caratteristiche del paziente, la Silicea in omeopatia è particolarmente indicata nel caso in cui la persona sia nervosa, paurosa, irritabile, sfiduciata, annoiata e così via.

Per quanto riguarda le modalità di assunzione di Silicea in omeopatia, non esitate a contattare il vostro omeopata di fiducia. Questo blog, del resto, non è gestito da personale medico qualificato e, di conseguenza, non vuole fungere da strumento di terapia. Quanto descritto è riportato al solo scopo informativo.

Come per tutte le cose, anche per quanto riguarda la Silicea in omeopatia il fai da te è assolutamente sconsigliato. L’esperto di riferimento saprà senz’altro ragguagliarvi sull’utilizzo del prodotto, saprà dirvi se è ciò che fa esattamente al caso vostro e potrà aiutarvi ad affrontare e a fronteggiare il disturbo di cui soffrite o la condizione che, per la precisione, non vi regala momenti del tutto sereni.

La Silicea in omeopatia Benessere

 

Share