In caso di acqua nelle orecchie

In caso di acqua nelle orecchie Benessere

Dà fastidio, e su questo non ci piove.
L’acqua nelle orecchie è una cosa che, nella maggior parte dei casi, si rivela un problema da nulla, ma che in alcuni frangenti può rappresentare un disturbo di cui volersi sbarazzare in fretta. In caso di otite, nel neonato (quante volte, ad esempio, vi sarà capitato di trovarla nel neonato durante il bagnetto), nelle orecchie del cane, durante uno shampoo veloce o anche dopo un bagno al mare: può capitare di avere acqua nelle orecchie e, a tal proposito, in molti si chiedono come farla uscire subito.
Non sempre, purtroppo, i tentativi messi in atto danno i risultati sperati e, così, per qualche tempo, ci si può portare dietro il problema.

Di seguito, comunque, approfondiremo la questione, diremo come provare a risolvere il disturbo, parleremo dell’eventualità in cui si sentano sintomi e dolori e, in generale, forniremo qualche consiglio al riguardo.

Detto ciò, se quanto stiamo per trattare vi riguarda o l’argomento vi incuriosisce, potete leggere quanto segue e provare a carpire dei suggerimenti. Saltate al prossimo paragrafo e proveremo a spiegare come far uscire l’acqua nelle orecchie.

Suggerimenti contro l’acqua nelle orecchie

Già in un precedente articolo, parlammo delle orecchie e ci soffermammo sull’eventualità in cui, formatisi dei tappi di cerume, si voglia provvedere a rimuoverli (cliccate qui per essere direttamente rimandati al post).

Quest’oggi, invece, parleremo dell’acqua nelle orecchie, di come farla uscire nel più breve tempo possibile e del modo in cui comportarsi in alcune determinate occasioni.

A tal proposito, se l’acqua è entrata durante lo shampoo, un tuffo in piscina o altre situazioni simili a queste, potreste risolvere il problema piegando il capo di lato (potete anche stendervi) e aspettare che l’acqua esca. Non funziona? Provate a premere con la mano per alcune volte.

Nell’eventualità in cui avvertiate sintomi o dolori, meglio contattare il medico: potreste soffrire di otite (ne esistono alcune causate proprio dall’acqua nelle orecchie e da batteri che finiscono per provocare un’infezione).

Nel neonato, aiutatevi con un fazzolettino.

Potete far uscire l’acqua dalle orecchie del cane, infine, avvalendovi di un po’ di cotone che non lasci residui all’interno.

Certo, il disturbo dà fastidio e, talvolta, può lasciarci storditi e intontiti. Non di rado, poi, genera anche un po’ di dolore, ma vedrete, con un po’ di costanza e pazienza, finalmente andrà via! Per qualunque eventualità, lo ripetiamo, rivolgetevi a un medico e affidatevi ai suoi consigli.

Share