I migliori alimenti che aiutano a combattere la depressione

I migliori alimenti che aiutano a combattere la depressione Psicologia

La depressione è un male molto diffuso. Considerata una condizione mentale, oltre ai problemi psicologici ad essa legati, può crearne alcuni di natura fisica, come sovrappeso o obesità. A parte il supporto psicologico e farmacologico, per combattere la depressione ci sono alcuni alimenti da consumare giornalmente:

Cioccolato: oltre ad essere gustoso e ricco di antiossidanti, aiuta tantissimo a migliorare l’umore. L’organismo lo metabolizza in serotonina, uno degli ormoni più potenti all’interno dell’organismo umano. Ecco perché è molto amato e, dopo averlo mangiato, lascia quella sensazione di positività interiore.

Frutta: fresca, vibrante e ricca di fitonutrienti, essenziali per il sistema immunitario e la salute in generale. A differenza degli zuccheri contenuti nella frutta, assorbiti dal corpo in modo regolare grazia all’apporto delle fibre e dei fitonutrienti, quelli raffinati causano un grande aumento di energia susseguito da forti pause. Invece del tradizionale utilizzo di questo zucchero, provare a mangiare della frutta fresca, magari aggiungendo una proteina a base vegetale per una maggiore stabilizzazione dello zucchero all’interno del sangue.

Senza glutine: non tutti coloro che rinunciano al glutine lo fanno perché sono sensibili o intolleranti ad esso. Mentre alcuni lo fanno per moda, altri sanno bene che il glutine ha un legame coi problemi comportamentali. La depressione è uno di questi, come la rabbia e l’aggressività. Quindi, chi è depresso dovrebbe limitare tantissimo o eliminare completamente l’assunzione di cibi che contengono glutine, come i cereali, la pasta o il pane. In fondo, nelle farmacie o nei supermercati vengono venduti prodotti che non lo contengono.

Vitamina D: la carenza di questa vitamina è stata collegata a molti problemi di salute, tra cui i disturbi dell’umore. La depressione potrebbe essere collegata nono solo alla ridotta esposizione alla luce solare nei mesi invernali, ma soprattutto alla modalità con cui porta ad una mancanza di vitamina D.

La maggior parte degli esseri umani non riesce ad assumere abbastanza vitamina D dalla loro dieta o stando lontani dal sole nella maggior parte dell’anno. Ecco perché è necessario assumere un supplemento. Per sapere a che livelli è la carenza, consultare in medico per chiedergli di controllare il livello ematico di vitamina D. In caso di carenza eccessiva, l’assunzione di integratori è l’unica soluzione.

Grassi Omega-3: alimenti come noci, semi di chia, semi di lino e salmone selvatico sono ricchi di acidi grassi omega-3 essenziali. Oltre ad aiutare a ridurre l’infiammazione, questi importanti nutrienti hanno la capacità di tenere lontano il rischio di depressione.

Share