Ecco come avviene l’aborto spontaneo

Ecco come avviene l'aborto spontaneo Medicina

Spiegare come avviene l’aborto spontaneo è cosa difficile e probabilmente poco fattibile. Tante, infatti, possono essere le cause e i motivi per cui una donna incorre in una prematura interruzione di gravidanza, e tanti altri possono essere i fatturi per cui una cosa così terribile possa accadere a un feto, che un solo post non potrebbe mai essere sufficiente.
In questo articolo comunque, proveremo ad analizzare, nel modo migliore che ci è possibile usare, quelle che sono alcune delle cause principali responsabili di come avviene un aborto spontaneo, sottolineando di nuovo come esse possano però essere determinate da una vasta molteplicità di fattori concatenati tra loro.

Le cause responsabili di come avviene l’aborto spontaneo

Le principali cause responsabili di come avviene l’aborto spontaneo possono riguardare, ad esempio, problemi all’utero o alla cervice della gestante (nel caso di ovaio policistico, infatti, si è tre volte più soggetti ad aborto durante i primi tre mesi di gestazione), problemi ormonali e infezioni.
Mentre non sembrerebbero controindicati per la gestante il lavoro (a meno che non sia particolarmente pesante o pericoloso), la moderata attività fisica e i rapporti sessuali, potrebbero essere altre cause di come avviene l’aborto spontaneo anche l’età avanzata della madre, un eventuale trauma, il mancato impianto dell’uovo nella parete uterina e fattori quali il fumo, l’alcol, le droghe e la caffeina.
Per spiegare infine come avviene l’aborto spontaneo, non dobbiamo purtroppo trascurare il fatto che tra le principali cause di interruzione prematura di gravidanza, si trova anche la fecondazione artificiale (circa il 50-75% del totale degli aborti spontanei).

Capire come avviene l’aborto spontaneo

E’ possibile capire come avviene l’aborto spontaneo facendo caso a specifici e determinati sintomi. I più importanti e significativi sono senza dubbio caratterizzati dalla fuoriuscita di perdite di sangue coagulato simile a quello delle mestruazioni, o di muco bianco rosato, accompagnate da dolore e crampi, che possono interessare oltre al ventre anche la schiena. Anche la presenza di vere e proprie contrazioni possono essere sintomi rilevatori di come avviene l’aborto spontaneo.
E’ consigliabile consultare subito un medico o recarsi in ospedale alla comparsa di uno qualsiasi o di tutti questi sintomi.

Share