Attacco di cuore

Attacco di cuore Malattie

L’attacco di cuore spesso può essere anche mortale, bisogna in questo caso riuscire ad intervenire tempestivamente per evitare che la situazione degeneri e si arrivi ad un punto di non ritorno. E’ bene però principalmente capire cosa accade durante un attacco di cuore, perché quest’ultimo tende a manifestarsi?

 

Cause attacco di cuore

Tutto deve essere riconducibile alla circolazione sanguigna, se le arterie non sono completamente libere, ecco che il passaggio del sangue può essere piuttosto complicato e non arrivando più il giusto afflusso al cuore inevitabilmente si arriva a subire il classico attacco di cuore. La causa principale è data dalla presenza di colesterolo nel sangue, questo impedisce la corretta circolazione e quindi è necessario tenere a bada tale sostanza. E’ attraverso la corretta alimentazione e l’attività fisica che si riuscirà a prevenire un attacco di cuore Di solito i fattori di rischio sono: pressione alta, fumo, predisposizione familiare, livelli alti di colesterolo, stress, essere sovrappeso, avere il diabete ed essere un uomo.

 

Sintomi attacco di cuore

A tal proposito è bene saper riconoscere anche i sintomi di un attacco di cuore: forte dolore allo sterno, che solitamente si diffonde anche al braccio sinistro; sensazione di costrizione intorno alla gola e difficoltà a respirare; forti capogiri; il dolore può diffondersi anche alle mani, alle orecchie, allo stomaco ed alle mandibole. Si può fare qualcosa per rallentare in un certo senso il processo dell’attacco di cuore? Esiste una particolare tecnica che vi permetterà di guadagnare tempo, di solito passano dieci secondi prima di perdere la conoscenza. E’ fondamentale in queste situazioni tossire vigorosamente e ripetutamente, fare dei respiri profondi prima di ogni colpo di tosse e questo deve essere ripetuto ogni due secondi. Grazie a questi colpi di tosse l’attacco di cuore subisce un rallentamento, senza aggravare ancor di più la situazione.

Share