Anemia di Fanconi

Anemia di Fanconi Malattie

L’anemia di Fanconi è una malattia genetica che colpisce principalmente il midollo osseo e ciò che comporta è una netta riduzione delle cellule del sangue. Trattandosi di una malattia genetica, l’anemia di Fanconi è oggetto di notevoli ricerche scientifiche, ma come sempre in questi casi risulta essere davvero complicato riuscire a trovare una cura adeguata.

 

Cosa provoca l’anemia di Fanconi

Il problema principale dell’anemia di Fanconi è che il soggetto affetto da tale malattia si ritroverà con scarsissima produzione di globuli rossi, globuli bianchi e piastrine, questo inevitabilmente causa non solo la formazione di anemia, ma anche la semplice formazione di infezioni e di emorragie. Le conseguenze dell’anemia di Fanconi sono davvero disastrose dal punto di vista salutare, chi ne soffre si ritroverà a subire problemi alle ossa, alle orecchie, con deformazioni alla colonna vertebrale, alle mani, alle braccia, anomalie al cuore, ai polmoni, ai reni, per non parlare della difficoltà di apprendimento e quindi il conseguente ritardo mentale. L’anemia di Fanconi è una malattia alquanto subdola che è causata da un malfunzionamento di un gene che provoca numerosi danni alle cellule.

 

Cure dell’anemia di Fanconi

Attraverso determinati test come ecografia, tac, biopsia del midollo osseo si cerca di arrivare alla corretta diagnosi dell’anemia di Fanconi, ma per quel che riguarda le cure ancora non si è arrivati ad una soluzione efficace. Solitamente ci si affida ad una terapia ormonale o a dei farmaci particolari per la crescita, ma trattandosi di un’anomalia del midollo osseo spesso si ricorre proprio ad un trapianto di midollo o anche a trasfusioni di sangue. L’anemia di Fanconi è una patologia davvero complessa che purtroppo rende impossibile la vita a molte persone.

Share