Sintomi gravidanza extrauterina

gravidanza extrauterina

 

Non sono poche le donne alle prese con una gravidanza extrauterina. In questo caso la salute della madre è davvero a rischio. La gravidanza extrauterina si verifica quando l’ovulo fecondato si sviluppa al di fuori dell’utero. Generalmente non vi è quel passaggio dalle tube di Falloppio all’utero e in questo caso parliamo di gravidanza extrauterina. Questo tipo di gravidanza, nella maggior parte dei casi, praticamente non è portata a termine e si incorre spessissimo in un aborto spontaneo.

I sintomi di una gravidanza extrauterina

E’ importante in questi casi riuscire subito a capire se si tratti di una gravidanza extrauterina, qui entrano in gioco i vari sintomi che permettono quasi sempre di far capire che non si tratti di una gravidanza normale. A tal proposito i sintomi di una gravidanza extrauterina sono: sanguinamento, dolore continuo all’addome, secrezioni di tessuto vaginale, sanguinamento da emorragia, tachicardia, spossatezza, particolare rigonfiamento della regione addominale, capogiri susseguiti al sanguinamento eccessivo. Il sintomo che può però far capire quasi subito che si tratti di una gravidanza extrauterina è il perenne dolore nella zona pelvica.

Com’è causata

Di solito questo tipo di gravidanza è causata proprio da un’infiammazione della regione pelvica che non permette all’ovulo fecondato di viaggiare velocemente dalle tube di Falloppio all’utero. Attraverso poi alcuni esami come il test delle urine, l’esame pelvico e gli ultrasuoni transvagianli si riuscirà a capire subito se si può trattare di una gravidanza extrauterina. Di solito questa poi viene trattata attraverso un intervento chirurgico, laparoscopia, oppure con una cura di medicinali (Maxtrex) che però difficilmente riesce ad essere efficace.

Share