Sigarette elettroniche: svapare provoca danni alla bocca?

Sigarette elettroniche: svapare provoca danni alla bocca? Benessere

Quella delle sigarette elettroniche è diventata una vera e propria moda: sono innumerevoli gli italiani che si sono convertiti a questa “tendenza” abbandonando la vecchia sigaretta, sicuramente più tradizionale e quindi più conosciuta, ma al tempo stesso anche più nociva per la salute. Il fatto che molti italiani si siano convertiti e che tanti altri si convertiranno alla sigaretta elettronica, dunque, non può che rappresentare un bene, ma è giusto che anche i rischi e le controindicazioni di questo prodotto vengano a galla.

Ad esempio, non tutti lo sanno, ma svapare, cioè buttare fuori il vapore delle sigarette elettroniche, potrebbe non essere un gesto tanto innocuo. Di certo le classiche sigarette macchiano i denti molto più di quanto non lo faccia una sigaretta elettronica, ma questo non vuol dire che il vapore sia sicuro per i denti, anzi, da una serie di ricerche sembra proprio che possa provocare danni alle gengive, soprattutto se l’atto dello svapo si protrae per diversi anni.

La nicotina contenuta nelle sigarette elettroniche può dar luogo a degli effetti negativi, poiché agisce come vasocostrittore e, in quanto tale, riduce l’afflusso di sangue verso le gengive aumentando il rischio di incorrere in gravi problemi alla bocca.

Una regolare assunzione di nicotina può causare problemi di vario genere, tra cui quello della bocca secca, in quanto la nicotina ostacola la produzione di saliva (lo stesso meccanismo è anche all’origine dell’alito cattivo). Con lo scorrere del tempo il vapore può persino scatenare problemi di altro tipo, cioè non direttamente localizzati nella bocca, come ad esempio pelle secca, occhi gonfi, prurito, eruzione cutanea e sensazione di bruciore al viso e al naso.

In linea di massima, dunque, per quanto le sigarette elettroniche possano dirsi meno pericolose di quelle tradizionali, è comunque importante sapere che anche questo tipo di sigaretta andrebbe usato in modo molto più oculato rispetto a quanto si sia soliti fare.

Share