Seguire una dieta proteica

Seguire una dieta proteica Dieta

Come è noto, innumerevoli sono le proposte di dieta e le filosofie alimentari che gli esperti e i dottori in materia propongono a tutte quelle persone che desiderano perdere i chili in eccesso e mantenere la linea nel tempo e senza troppi sacrifici.
La dieta più famosa è sicuramente quella che prevede la suddivisione dei pasti giornalieri in 5 appuntamenti (colazione, spuntino, pranzo, merenda e cena) e che consiglia l’assunzione equilibrata di carboidrati (55%), proteine (15%) e grassi (30%). Un litro e mezzo di acqua al giorno e la giusta dose di attività fisica completerebbero soddisfacentemente l’opera.
Nonostante tale principi, però, largo spazio hanno avuto, soprattutto negli ultimi tempi, i dettami della dieta proteica, basata su un consumo maggiore di proteine a discapito certamente dei carboidrati e dei grassi.
Una perdita di peso veloce e immediata, caratterizzata da una stimolazione del metabolismo che non compromette la perdita di massa muscolare, è quanto auspicato da tali regimi dietetici. Ma quanto è giusto, per l’organismo, assumere una tale quantità di carne attraverso una dieta proteica? E a cosa si va incontro riducendo così drasticamente grassi e carboidrati? Continuate a leggere per scoprire i pro e i contro della dieta proteica.

Tutti i pro e i contro della dieta proteica

Erroneamente si pensa purtroppo troppo spesso che sia l’assunzione dei carboidrati a provocare l’accumulo dei chili in eccesso. Niente di più sbagliato! Come in tutte le cose, infatti, è l’abuso che danneggia il peso forma.
Il pane, infatti, soprattutto quello integrale, contiene pochi zuccheri e molte fibre e proteine, in grado di permettere all’organismo di bruciare energie e quindi grassi. Eliminando i carboidrati, non solo la massa muscolare risentirà fortemente di tale carenza, ma il corpo andrà incontro a squilibri metabolici e a mancanza di energia. Il primo ad accusare problemi sarà il cervello che ha bisogno di glucosio per mantenersi attivo. I carboidrati, infine, regolano l’istinto della sazietà e ci aiutano a proseguire le diete molto più a lungo (fonte: Vivere Light, numero di Marzo).
Un eccessivo uso di proteine, invece, soprattutto se non si beve molta acqua per depurare gli organi interni, può portare a lungo andare a problemi di affaticamento ai reni.
Ecco perché la dieta proteica va cominciata solo dopo aver valutato attentamente tutti i pro e i contro della particolarissima alimentazione cui si dovrà far fronte e sotto attentissimo controllo medico.
Assolutamente sconsigliata ogni iniziativa personale.

Esempio di dieta proteica

Dopo aver premesso tutti i pro e i contro della dieta proteica, ecco il menù di una giornata tipo (fonte: dietagratis.it)

Prima colazione
2 fette di prosciutto
1 fettina di formaggio
1 bevanda calda
Merenda
2 fette di prosciutto o uno yogurt magro
Pranzo
Uovo o prosciutto + insalata
Carne magra alla griglia (minimo150 g ) + verdure cotte a vapore
Cena
Minestrone
Filetto di pesce (minimo 200 g) al cartoccio + verdure cotte a vapore

Share