Quando i cibi possono essere considerati degli “integratori di ferro naturali”

integratori di ferro naturali

Gli alimenti: ottimi integratori di ferro naturali

Non di rado, e a molte più persone di quante possiate pensare, il medico di famiglia può diagnosticare un pochino di anemia. A rilevarne la presenza, sono in genere le analisi del sangue e, ovviamente, una serie di sintomi e dettagli che l’esperto saprà riscontrare nel suo paziente.

A tal proposito, soprattutto in assenza di malattie o patologie ben precise, il medico prescriverà un semplice integratore a base di ferro, reperibile in farmacia e acquistabile anche a un prezzo abbastanza contenuto (ovviamente molto dipende dalla marca del prodotto che si procederà ad acquistare).

Eventualmente, se lo stesso medico si rivelerà d’accordo e non riscontrerà la cosa inadeguata o insufficiente per la guarigione della vostra anemia, potreste contemporaneamente ricorrere a dei cibi di quotidiano utilizzo che, per praticità, definiremo in questo articolo come “integratori di ferro naturali”.

Ovviamente, un integratore è già di per sé un elemento naturale (non si tratta infatti di un farmaco) ma, alcune volte, basta prestare la giusta attenzione anche a ciò che si mangia o si porta in tavola per ottenere degli integratori di ferro naturali al 100%.

Continuate a leggere e ne saprete certamente di più.

integratori di ferro naturali

Ogni giorno sulla nostra tavola, gli integratori di ferro naturali al 100%

Non sempre, purtroppo, ci rendiamo conto di come, facendo caso a ciò che mangiamo e proponendoci di seguire un’alimentazione quanto più sana ed equilibrata possibile, possiamo prevenire a favorire la guarigione di una gran quantità di malanni e malattie.

A tal proposito, possono fungere da buoni integratori di ferro naturali alimenti quali:

– la soia
– la rughetta
– i fagioli, le lenticchie, i ceci e i legumi in generale
– i piselli
– il radicchio
– i pinoli e i pistacchi
– i broccoli
– gli spinaci
– le rape
– mandorle, nocciole, noccioline, noci, uva secca
– le uova
– gli alimenti integrali
– la carne
– i fiocchi di avena
– le fave

integratori di ferro naturali

Come aumentare l’assorbimento degli integratori di ferro naturali

Il ferro, come avrete potuto capire, è già di per sé disponibile in una gran quantità di cibi ed alimenti.

L’assorbimento di tali cibi, qui considerati come integratori di ferro naturali, può essere poi facilitato se l’ingestione degli uni è associata al consumo di altri alimenti quali ad esempio gli agrumi.

Riducete invece (o in alcuni casi eliminate) il tè, il cioccolato ed il caffè (al contrario di agrumi ed insalata, infatti, non aiutano l’organismo nell’assorbimento del ferro). Molto utile a chi è interessato agli integratori di ferro naturali potrebbe essere poi il consumo di ortica (chiedete consiglio al vostro erborista).

Detto ciò, vien da sé che è possibile considerare determinati alimenti come integratori di ferro naturali solamente in assenza di patologie o anemia importante. In caso contrario, invece, meglio rivolgersi ai preparati e alle compresse disponibili in farmacia (il medico saprà prescrivervene uno adeguato). Questo blog, inoltre, non è gestito da dottori o esperti del settore medico e, di conseguenza, non può essere assolutamente utilizzato come fonte per una cura fai da te.

integratori di ferro naturali

Share