Perché fa male l’olio di palma

olio_di_palma

Una delle domande più ricorrenti in ambito salutare ed alimentare è perché fa male l’olio di palma? Sappiamo come molti prodotti alimentari possano effetivamente considerarsi nocivi per la salute, è attraverso la corretta alimentazione che l’organismo può funzionare al meglio per molti anni. I prodotti alimentari quindi influenzano altamente la salute umana e per questo è opportuno prestare attenzione a tutto ciò che si mangia.

 

Sostanze nocive contenute nell’olio di palma

Perché fa male l’olio di palma? L’allarme è stato lanciato da molti medici e nutrizionisti, principalmente in Belgio c’è stato questo campanello d’allarme che ha non poco evidenziato la pericolosità di tale olio. Il perché fa male l’olio di palma è molto semplice, esso è ricco di acidi grassi saturi, ne contiene ben il 50% e si sa come questi siano alquanto dannosi per la salute umana. L’olio di palma, avente un costo molto inferiore sul mercato, tende ad essere piuttosto diffuso e lo si trova principalmente nei prodotti da forno, come torte, pasticcini, merendine e così via. Spesso le varie etichette di questi prodotti tendono a dare una dicitura piuttosto vaga dell’olio di palma, definendolo semplicemente olio vegetale. Bisogna invece approfondire sempre gli ingredienti con i quali sono prodotti vari alimenti, solo in questo modo si potrà prevenire qualche conseguenza anche piuttosto grave per la salute dell’uomo.

 

Perché fa male l’olio di palma

Quindi perché fa male l’olio di palma? Il problema riguarda proprio l’alta quantità di questi acidi grassi saturi che, se consumati costantemente ed a livelli piuttosto consistenti, provocano un innalzamento del colesterolo cattivo, LDL, con il conseguente rischio di imbattersi in malattie cardiovascolari, l’aterosclerosi è quella più diffusa. Questo spiega perché fa male l’olio di palma.

Share