L’importanza del lievito di birra

lievito di birra

Il lievito di birra è un’integratore alimentare costituito da colonie di Saccharomices cerevisiae“, microrganismi che svolgono un’azione fermentativa. Il lievito di birra possiede numerose proprietà salutari, attribuite alla presenza delle vitamine del complesso B, di selenio e di beta-glucani (proprietà anticancerogene), di cromo trivalente ( regola il metabolismo degli zuccheri), di sali minerali e amminoacidi essenziali. Fosforo, potassio e magnesio sono importanti soprattutto per i soggetti in convalescenza e per i bambini durante la fase di accrescimento.

Le due varianti del lievito di birra

Chiunque si sia cimentato nell’arte culinaria, ha potuto apprezzare l’utilità del lievito di birra: esso permette la rapida lievitazione di molti impasti. Nonostante ciò, in commercio ne esistono due varianti: fresco, che viene disciolto in acqua e poi aggiunto agli altri ingredienti e secco, che necessita di riattivazione; in questo caso, il lievito viene mescolato con acqua tiepida e zucchero. Il lievito fresco, una volta ultilizzato, va conservato in frigo.

Cosa si può usare al posto del lievito di birra?

In caso di intolleranze o più semplicemente perchè non se ne ha a disposizione al momento, il lievito di birra può essere sostituito con bicarbonato di sodio o dal cremor tartaro. Quest’ultimo è costituito da sale acido e possiede proprietà lievitanti naturali; va usato in associazione al bicarbonato di sodio e può essere utilizzato tranquillamente nelle ricette domestiche. Esso, pur non contenendo tutti i principi attivi presenti nel lievito di birra, conferisce una notevole morbidezza ai lievitati e non appesantisce lo stomaco.

Share