I leucociti nelle urine

1x1.trans I leucociti nelle urine

Hanno un nome che a sentirlo pronunciare la prima volta fa aggrottare il sopracciglio dallo spavento, eppure i leucociti altro non sono che i ben più famosi globuli bianchi, le cellule fisiologicamente presenti nel sangue il cui compito è quello di preservare e difendere l’organismo da agenti patogeni quali batteri, virus e miceti.
In una quantità che varia tra i 4.000 e i 10.000 per mm^3, i leucociti nel sangue sono un aspetto assolutamente normale. A destare preoccupazione è un numero che supera o non raggiunge rispettivamente il valore massimo e il valore minimo indicato, oppure la presenza di leucociti nelle urine.

Quando si hanno i leucociti nelle urine

Sottoponendosi a un comunissimo esame, è cosa abbastanza comune riscontrare la presenza di leucociti nelle urine. Generalmente, significa che ci troviamo di fronte a un’infezione delle vie urinarie, che comprendono i reni, la vescica e gli ureteri. Maggiore è il numero di leucociti nelle urine riscontrato dall’indagine al microscopio, più acuta è l’infezione in corso.
Indizi sulla natura del problema segnalato dai leucociti nelle urine (ne esistono di diverso tipo) possono essere forniti dagli altri sintomi riferiti dal paziente. Ad un’urina di colore torbido, infatti, si accompagnano spesso e volentieri perdite di muco, di pus e di sangue, oltre che a dolore e bruciore durante la minzione.

Di cosa si soffre se si hanno i leucociti nelle urine

Nel caso in cui si abbia difficoltà ad urinare causata da bruciore, dolore e forte stimolo alla minzione, ci troviamo molto probabilmente di fronte a una cistite. Nelle forme più acute, essa è caratterizzata anche da sangue e pus, che rendono l’urina di un colore giallo torbido-rossastro. Sintomatologia simile presenta l’uretrite, che può però talvolta passare inosservata o produrre disturbi poco dolorosi. Se i leucociti nelle urine rivelano invece la presenza di una litiasi renale, oltre ai sintomi sopra descritti, si avrà un’urina di cattivo odore. Dolori al fianco possono essere indicatori di un’infiammazione del rene, dolori addominali lo sono invece del rene policistico. Negli uomini, i leucociti nelle urine possono indicare anche prostatite, caratterizzata da dolori nell’eiaculazione e nella minzione, nella forma più lieve, e da febbre, vomito e malessere nella forma più acuta, o balanite, rivelata dal glande che appare arrossato, gonfio e dolente. Perdite ematiche durante la minzione possono indicare infine neoplasie della vescica.

2 Comments

  1. GAETANO 7 novembre 2012
    • Redazione 10 novembre 2012

Leave a Reply

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *