Fertilità, quali sono i cibi che aiutano a svilupparla?

Fertilità, quali sono i cibi che aiutano a svilupparla? Rimedi

Molte coppie riescono ad avere un bambino senza particolari ostacoli di sorta. A volte però per una donna restare incinta può risultare una vera e propria impresa, e in questi casi il dubbio di non essere fertile si presenta in maniera quasi inevitabile. Prima di gridare all’allarme è necessario tuttavia fare il possibile perché la gravidanza arrivi spontaneamente, e il primo passo per farlo consiste nel monitorare la propria alimentazione.

Già, perché il nostro organismo deve essere nutrito con molti antiossidanti per poter funzionare al meglio, e un modo senz’altro facile ed economico per fare incetta di antiossidanti consiste nel reperire i cibi che li contengono. Gli alimenti più consigliati per la fertilità sono quelli ricchi di selenio, sostanza che interviene nelle fasi iniziali del concepimento poiché agevola lo sviluppo dei follicoli ovarici che si trovano appunto nelle ovaie. E il selenio lo si può trovare in abbondanza soprattutto nel pesce e nella frutta secca.

Alcuni studiosi dell’Università di Adelaide, in Australia, sono convinti di questo: “Il selenio è un elemento imprescindibile per il nostro corpo e si trova nei cibi ricchi di proteine come pesce, noci e carne rossa. E’ importante per una innumerevole varietà di funzioni biologiche, per esempio per rafforzare il sistema immunitario e per regolare il livello degli ormoni tiroidei”.

La dottoressa Melanie Ceko spiega che la ricerca medico-scientifica è al corrente già da tempo dei benefici che il selenio dà alla fertilità degli uomini, “ma finora mai nessuno aveva condotto delle ricerche su come questo elemento fosse in grado di migliorare la fertilità anche nelle donne”.

Insomma, carne rossa, pesce e frutta secca (in particolare noci brasiliane); e poi ancora semi, funghi e prodotti lavorati con la farina integrale sono senza ombra di dubbio i migliori alimenti da prendere in considerazione per “svegliare” la fertilità che c’è in noi!

Share