Feci dure: un problema da non sottovalutare

Feci dure: un problema da non sottovalutare Benessere

Il problema della durezza delle feci è spesso sottovalutato: le conseguenze di questa tipologia di problema intestinale, se non curato tempestivamente, possono essere piuttosto serie e portare alla formazione di emorroidi e ragadi anali.

Da cosa dipende il problema delle feci dure? La consistenza delle feci è legata alla quantità di acqua presente nella loro composizione, che viene in parte riassorbita dall’intestino crasso.

Durante il processo digestivo, infatti, l’acqua contenuta nel bolo alimentare viene progressivamente riassorbita, soprattutto nel colon. Maggiore è la permanenza in questo tratto, maggiore è la quantità di acqua riassorbita dalle feci.

Quando il processo avviene in modo fisiologico, le feci presentano una consistenza morbida; quando invece si verificano alterazioni dell’equilibrio idrico, le feci possono disidratarsi e indurirsi a tal punto da rendere dolorosa la defecazione. Nei casi più gravi possono verificarsi piccoli traumi delle pareti anali.

Stress, vita sedentaria e dieta sbilanciata sono tra le principali cause della disidratazione delle feci. È  importante pertanto – quando possibile – praticare attività fisica, concedersi momenti di relax e soprattutto curare l’alimentazione e l’idratazione del proprio organismo, bevendo almeno 2 litri d’acqua al giorno.

 

Share