Eliminare la cellulite con l’attività fisica: gli esercizi migliori

cellulite

La cellulite è un inestetismo che interessa almeno 8 donne su 10. Si tratta infatti di una condizione strettamente legata agli ormoni sessuali femminili, gli estrogeni, che per via di determinati loro “comportamenti” possono causare la ritenzione idrica e l’accumulo di grasso in alcune aree del corpo come glutei, cosce, fianchi e, in misura minore, addome e braccia.

Per combattere la cellulite è importante agire su più fronti, visto e considerato che non basta né la sola dieta né la sola attività fisica per riuscire in questa ardua missione: se si vuol contrastare la cellulite è indispensabile infatti combinare questi due elementi, ma è anche fondamentale abbassare i livelli di stress e adottare uno stile di vita sano (come dormire bene la notte, per esempio).

Per quanto riguarda l’attività fisica, come abbiamo già detto questa è imprescindibile se ci si vuol liberare davvero dei cuscinetti adiposi. Per contrastare la cellulite, l’attività consigliata è di tipo aerobico perché quella che tiene impegnato l’apparato cardiocircolatorio e respiratorio favorendo la circolazione periferica. Sul fronte sport, invece, il nuoto è senza ombra di dubbio uno dei più efficaci: il nuoto presuppone infatti il coinvolgimento di tutti i muscoli del corpo, mentre l’acqua effettua una sorta di massaggio utile per riattivare la circolazione linfatica e sanguigna. Per chi vuol potenziare cosce e glutei ed eliminare la cellulite in queste zone, poi, lo stile a rana può rivelarsi la scelta migliore.

Utili anche la corsa o la camminata veloce, entrambe valide strategie per tenersi in forma e per eliminare la pelle a buccia d’arancio. Se l’adiposità localizzata è particolarmente concentrata, però, bisogna valutare di far correre parallelamente all’attività aerobica anche una attività di tonificazione, facilmente eseguibile con dei carichi leggeri e un determinato numero di ripetizioni. L’attività di tonificazione, per intenderci, è quella che faremmo normalmente in palestra, quindi nel caso di una stimolazione diretta a gultei e quadricipiti, esercizi quali squat, leg press o affondi.

Share