Dieta di Mantenimento: come farla senza sbagliare

Ottenuto il calo di peso desiderato, al termine di una dieta dimagrante è fondamentale che l’obiettivo venga mantenuto nel tempo. Per far sì che i chili di troppo non vengano accumulati di nuovo poco tempo dopo, è importante quindi seguire un’apposita dieta di mantenimento, cioè un regime alimentare teso proprio a mantenere inalterato il peso corporeo.

Una corretta dieta di mantenimento si basa prima di tutto sul fabbisogno calorico giornaliero, quindi bisogna cominciare con il reintrodurre gradualmente le calorie che sono state sottratte durante il periodo volto al dimagrimento. La differenza sostanziale tra dieta dimagrante e dieta di mantenimento infatti sta proprio qui, cioè nel fatto che quest’ultima ha un apporto calorico più alto pur mantenendo validi i capisaldi di un’alimentazione sana ed equilibrata. Per quanto ci si concede un maggiore apporto calorico, infatti, il periodo di mantenimento è comunque utile per educare il nostro organismo ad entrare in contatto con cibi sani e salutari.

Non c’è miglior mantenimento se non quello dato dalla dieta mediterranea, la quale prevede che le calorie giornaliere provengano per il 55-60% da carboidrati, per il 10-15% da proteine e per il 25-30% da grassi. Ciò significa che ad ogni pasto non dovrebbero mancare:

  • una porzione di carboidrati (meglio se integrali) come pasta riso, cereali e pane;
  • una porzione di proteine, alternando a dovere tra carne (2 o 3 volte a settimana), uova (1 o 2 volte a settimana), formaggio (1 o 2 volte a settimana) e legumi (3 o 4 volte a settimana);
  • una porzione di contorno che può essere della verdura, cotta o cruda, da condire con un filo di olio extravergine crudo.

Inoltre non è importante, ma addirittura fondamentale, non saltare i pasti principali, e consumare cinque razioni di cibo al giorno ripartite tra colazione, spuntino di metà mattina, pranzo, merenda e cena, introducendo la frutta sia a metà mattina che a metà pomeriggio. Inoltre bisogna cercare di mangiare sempre agli stessi orari e concentrare un maggior apporto calorico nella prima parte della giornata. Il ruolo dell’attività fisica poi rimane determinante per mantenere il peso forma, così come lo è il controllo delle calorie assunte tramite il consumo moderato di dolci, condimenti e alcol.

Infine ricordate sempre di bere un paio di litri di acqua al giorno e di pesarvi una volta alla settimana così da accertarvi che il reintegro delle calorie non si stia traducendo in un nuovo accumulo di peso.

Share