Cross Training: di cosa si tratta e quali benefici apporta

Cross Training: di cosa si tratta e quali benefici apporta Fitness

Chi ha bisogno di allenare più muscoli, troverà sicuramente utile affidarsi al Cross Training. Si tratta di un tipo di allenamento che non consente soltanto di lavorare sui muscoli di tutto il corpo o su specifici gruppi di muscoli, ma anche di migliorare alcuni aspetti che chiamano in causa la nostra stessa salute. Cerchiamo quindi di capire che cos’è, questo Cross Training.

Cos’è il Cross Training

Dietro questo termine si nasconde un tipo di allenamento che permette di praticare più di una disciplina sportiva. Non si tratta di un metodo che implica la semplice variazione dell’attività, ma anzi, di una metodologia che si basa su un obiettivo molto chiaro: ottenere una buona tonicità muscolare.

Proprio grazie al fatto che il Cross Training si basa sulla pratica di più discipline, il rischio di finir vittima di qualche infortunio è limitato poiché si effettuano movimenti diversi e non ripetitivi (al contrario di quanto accade in una qualunque altra tipologia di allenamento). Praticare Cross Training significa anche migliorare l’attività aerobica e ridurre lo stress che solitamente colpisce determinati gruppi di muscoli.

Per quanto riguarda il lato pratico della questione, il Cross Training si organizza in questo modo: si pratica prima di tutto la disciplina fondamentale che si ha interesse di svolgere, e poi la si affianca con una serie di altre attività fisiche. Un esempio tipico? Chi vuol principalmente aumentare la propria forza, potrà svolgere contestualmente sia esercizi a corpo libero che pesi con le macchine e pesi liberi; chi invece è interessato a migliorare la propria flessibilità potrà combinare un po’ di yoga, un po’ di pilates e alcune sessioni di stretching. Da qui si evincono quelli che sono i benefici del Cross Training.

I benefici del Cross Training

Tra i principali benefici della pratica vale la pena citare la riduzione del rischio di farsi male, la possibilità di variare l’attività e quindi di annoiarsi di meno, la possibilità di condurre lavori diversi sui muscoli, la possibilità di allenare più fasce muscolari anziché insistere solo su determinati punti e, per finire, la possibilità di scegliere attività alternative quando magari si ha fastidio o dolore a una determinata parte del corpo (la diversificazione degli esercizi quindi ci è utile anche perché, di fatto, ci permette di rimanere sempre operativi!).

Share