Chi corre con regolarità vive tre anni più a lungo!

Chi corre con regolarità vive tre anni più a lungo! Fitness

Buone notizie per gli amanti della corsa. Correre è un modo semplice ed efficace per fare movimento, e per liberare degli straordinari effetti benefici sulla salute. Da una ricerca pubblicata sulla rivista Progress in Cardiovascular Disease e riproposta su Time, emerge infatti che le persone che corrono con regolarità tendono a vivere tre anni di più rispetto a chi non lo fa. In soldoni, spiegano i ricercatori che hanno preso parte allo studio, un’ora di corsa regalerebbe sette ore di vita in più.

Gli studiosi si sono sforzati di capire se anche altre forme di esercizio potessero dare degli effetti tanto benefici sulla longevità. Stando ai risultati, anche andare in bicicletta o camminare sarebbero attività estremamente benefiche tali da riflettersi sulla longevità, ma non lo sarebbero tanto quanto la corsa: come la corsa, in pratica, non c’è niente.

Se si punta a vivere meglio e più a lungo, quindi, bisogna correre una media di 4 ore a settimana, mentre qualora si dovesse superare questa “dose” non sembra vi siano ulteriori benefici per quel che riguarda la lunghezza della vita: ciò significa che che il punto massimo oltre il quale la corsa non può produrre ulteriori benefici è dato dalla soglia delle 4 ore settimanali (non crediate quindi che correndo per ore e ore vivrete proporzionalmente più a lungo!).

I ricercatori spiegano di aver individuato un’associazione molto chiara tra la corsa e la longevità, anche se tale associazione non ha la natura di un legame causa-effetto. I runner, comunque, vivono generalmente più a lungo perché tendono ad avere uno stile di vita più sano, a mangiare bene, a non mettere su chili di troppo, a tenersi alla larga dal fumo e a non eccedere con l’alcol.

Dunque tutto ciò può influire molto sulla longevità. Inoltre la corsa riverbera effetti positivi, ma non è certo l’esercizio che si adatta a tutti indiscriminatamente: dal momento che problemi ortopedici o altre patologie possono ostacolare una buona corsa o possono addirittura trarre conseguenze negative da questo tipo di attività fisica, è chiaro che il profilo del runner non può essere riadattato a chicchessia.

Share