Controindicazioni olio di canapa

olio-di-canapa

 

L’olio di canapa si estrae dai semi di questa pianta ed è molto utilizzato principalmente in campo cosmetico, anche se il suo utilizzo in cucina può aiutare, purché consumato a crudo, notevolmente l’organismo umano. Esistono delle controindicazioni olio di canapa? Prima di sviluppare tale tema è bene poter elencare i vari benefici di questo particolare olio.

 

Benefici olio di canapa

Grazie all’elevato contenuto di vitamine, proteine e soprattutto degli acidi grassi essenziali come l’omega 3 e l’omega 6, l’olio di canapa ha una notevole capacità antinfiammatoria, aiuta a dimagrire e soprattutto facilita la pulizia delle arterie, evitando quindi di imbattersi in problemi cardiovascolari. Utilizzato come cosmetico, l’olio di canapa aiuta in modo specifico la rigenerazione della cute, rendendola molto più morbida ed elastica, prevenendo insomma la formazione delle rughe. Questo è possibile perché l’olio di canapa è considerato praticamente un antiossidante naturale. Da tutti questi benefici sembrerebbe proprio che non esistano controindicazioni olio di canapa. In realtà un aspetto negativo c’è, insomma stando ai vari studi bisognerebbe consumare grandissime quantità al giorno di tale prodotto per poter dar sfogo alle controindicazioni olio di canapa.

 

Controindicazioni olio di canapa

In poche parole l’aspetto negativo di questo prodotto, non utilizzato moltissimo in campo alimentare, riguarda la presenza di una sostanza, Thc, si tratta di un elmento assolutamente tossico che è presente in doti assolutamente minime, eppure può provocare qualche problema. Le controindicazioni olio di canapa sono legate principalmente ad un suo effetto stupefacente che può avere sull’organismo umano, insomma può fungere come una droga. Proprio per questo è necessario che ci sia la prescrizione medica quando si ha intenzione di utilizzare tale prodotto.

Share