Cipolle rosse, l’alimento anticancro per eccellenza

Cipolle rosse, l'alimento anticancro per eccellenza Proprietà degli alimenti

Spesso sentiamo dire che le cipolle rosse sono alimenti antitumorali per eccellenza, ma quanto c’è di vero dietro questa affermazione? Lo leggiamo sulle riviste di benessere, ce lo hanno sempre detto le nostre nonne e talvolta ci è capitato di sentirlo spifferare anche da qualche medico: le cipolle rosse, a detta di un’opinione che si è ormai andata consolidando, sarebbero ottime per prevenire il cancro.

Sicuramente ci farà piacere scoprire che queste non sono affatto delle dicerie, ma delle teorie assolutamente fondate! Un nuovo studio condotto dai ricercatori dell’University of Guelph, infatti, ci dice proprio questo, e cioè che tra cipolle rosse e tumori v’è in effetti un legame molto stretto.

I ricercatori hanno testato cinque varietà di cipolle coltivate in Ontario, in Canada, e scoperto che la varietà di cipolle rosse rappresenterebbe quella più efficace nella lotta contro il cancro. Tutto merito dell’alto apporto di quercitina, un tipo di flavonoidi, e dell’elevato apporto di antociani, delle sostanze antiossidanti e antinfiammatorie che la scienza ha appurato essere utili nella lotta dei tumori.

Secondo quanto emerso dallo studio in questione, peraltro pubblicato sulle pagine del Food Research International, le sostanze trovate nelle cipolle sarebbero in grado di uccidere le cellule tumorali e di promuovere così un ambiente sfavorevole alla loro proliferazione. Svolgerebbero, in sostanza, un compito davvero molto importante, se non proprio fondamentale, per prevenire malattie molto serie (tanto serie che spesso conducono anche alla morte). Ma come si concilia tutto ciò con coloro che il sapore delle cipolle non lo sopportano affatto?

Un espediente per mangiare cipolle “senza traumi” potrebbe esser quello di aggiungerle alle insalate e ai piatti che prepariamo in cucina, ma gli esperti stanno già valutando la possibilità di infilare le cipolle persino nei succhi di frutta proprio per permetterne un più ampio consumo anche tra coloro che non le amano particolarmente. Inoltre si sta lavorando per far sì che la cipolla, esattamente come accade per molti altri alimenti, possa essere venduta sotto forma di pillola come trattamento naturale contro il cancro (una sorta di integratore, per capirci).

Share