I cibi alcalini: quali sono e quali effetti comportano

1x1.trans I cibi alcalini: quali sono e quali effetti comportano

Nel vasto panorama delle diete e dei consigli ipocalorici, spiccano senza ombra di dubbio anche i regimi legati ai cibi alcalini (alimenti, cioè, caratterizzati da valori di ph maggiori di 7). Contrapposti a cibi più acidi quali ad esempio i formaggi, le carni, gli alimenti raffinati, il burro, la panna, il cioccolato, il thé, il caffé e i cereali, i cibi alcalini favorirebbero infatti il giusto equilibrio acido-basico del nostro organismo e aiuterebbero le ossa a preservarsi forti e solide. Assolutamente non correlati al sapore dell’alimento in sé, i cibi acidi sono quegli alimenti che finiscono per rendere il sangue umano più acido e il corpo più povero di nutrimenti essenziali. Non solo chili in eccesso, dunque, ma anche tanta prevenzione nei confronti di malattie e patologie sarebbero alla base della dieta alcalina e della scelta, dunque, di cibi alcalini e quanto più salutari possibile. Un esempio di dieta a base di cibi alcalini, per fare un esempio, potrebbe essere rappresentato dall’assunzione costante di frutta, verdura, ortaggi, patate, uva secca, rape, olio extravergine, peperoncini e olive.
Naturalmente, i cibi acidi non devono essere totalmente radiati a favore dei cibi alcalini, ma assunti in proporzioni minori (indicativamente, il rapporto tra cibi acidi e cibi alcalini dovrebbe essere più o meno di 1:3).

1x1.trans I cibi alcalini: quali sono e quali effetti comportano

Elenco dei cibi alcalini

Oltre a quelli sopra elencati, possono rientrare tra i cibi alcalini (e quindi consigliabili per mantenere l’organismo sano e in forma): le albicocche, le arance, i datteri, i limoni, l’avocado, il mais, il miglio, il pompelmo, lo sciroppo d’acero, il miele, la soia, gli asparagi, i cetrioli, il pepe di cayenna, le angurie, le mandorle, i cetrioli, i mandarini, il ribes, il melograno, le pesche, le pere, le fragole, le ciliegie, i fichi, le banane, le castagne, il topinambur, lo yogurt, il formaggio fresco, i tuorli d’uovo, il prezzemolo, il tarassaco e i piselli freschi.
Ovviamente (e potete riscontrarlo voi stessi dopo una rapida ricerca su internet), la lista dei cibi alcalini può divergere leggermente da una fonte ad un’altra. Per qualsiasi dubbio, quindi, potete chiedere a uno specialista.

1x1.trans I cibi alcalini: quali sono e quali effetti comportano

Effetti dei cibi alcalini sull’organismo

Come premesso, i cibi alcalini sono importantissimi per mantenere in equilibrio il rapporto acido-basico dell’organismo. Qualora infatti prevalesse l’assunzione di cibi acidi all’interno dell’alimentazione quotidiana, il corpo potrebbe incorrere nell’acidosi e cominciare così a soffrire di stanchezza, stitichezza, dolori articolari e tendenza al sovrappeso. Dando invece la giusta importanza ai cibi alcalini, è possibile velocizzare il metabolismo, favorire il dimagrimento, conservare vitamine e sali minerali e rafforzare le ossa.
Nessuna indicazione specifica di dieta, dunque, per favorire al meglio l’equilibrio acido-basico del corpo. L’importante, infatti, è tenere fortemente d’occhio il rapporto tra cibi alcalini e cibi acidi assunti giornalmente.

1x1.trans I cibi alcalini: quali sono e quali effetti comportano

Leave a Reply

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *