Cause e sintomi dell'infarto

sintomi dellinfarto Cause e sintomi dell'infarto

Quando “il cuore si spezza”, le conseguenze per l’organismo possono essere gravissime e talvolta fatali. L’infarto cardiaco, o infarto del miocardio, consiste infatti nel danneggiamento di una parte dell’organo che, rimasta senza ossigeno, si danneggia in maniera generalmente irreversibile ed inizia ad atrofizzarsi. La mancanza di flusso sanguigno tra un battito e un altro, causata di solito dalla formazione di un coagulo ematico, porta alla morte di una parte del muscolo cardiaco il quale, fortemente traumatizzato, dà il via ai ben noti e caratteristici sintomi dell’infarto.
Sopravvivere a quella che tutt’oggi rappresenta la causa di mortalità più elevata in occidente è sicuramente possibile. L’importante, ovviamente, è riconoscere per tempo e senza indugi tutti i sintomi dell’infarto e ricorrere al più presto ai primissimi soccorsi medici.

Quali sono i tipici sintomi dell’infarto

Riconoscere tempestivamente tutti i sintomi dell’infarto è davvero molto importante. Più tempo passa, infatti, più i danni al cuore possono essere irreversibili e, addirittura, fatali.
Talvolta, l’arresto cardiaco arriva all’improvviso, spiazzando il malato e chi lo circonda. Ma in altre occasioni, invece, esso fornisce tutto il tempo necessario ad essere riconosciuto (o sospettato), ed è in questi casi che bisogna chiamare subito il 118.

Un forte e improvviso dolore al petto, caratterizzato talvolta anche da pressioni o fitte che vanno e vengono, è di solito tra i primi e inequivocabili sintomi dell’infarto. A volte, anche spalla, braccio, schiena e mandibola possono venirne interessati. Sudorazione, nausea, vomito, affaticamento, svenimento e affanno rappresentano infine tutti gli altri sintomi dell’infarto.

In caso pensiate di essere colpiti da un arresto cardiaco, chiamate tempestivamente un’ambulanza. Non siate “pigri” neanche qualora il dolore scompaia dopo qualche minuto: come premesso, il dolore al petto può scomparire per poi ripresentarsi. Evitate anche di raggiungere l’ospedale in macchina: potrebbe volerci troppo tempo, mentre in casi come questo anche un minuto può fare la differenza!

Cause e sintomi dell’infarto: perché il flusso sanguigno si blocca?

A provocare i sintomi dell’infarto sono molte cause e tutte di varia natura. Tra le più rilevanti troviamo l’alta pressione sanguigna, l’abuso di fumo attivo, l’esposizione prolungata al fumo passivo, l’elevata quantità di colesterolo nelle vene, il sovrappeso, l’obesità, la troppa sedentarietà dell’organismo, l’abuso di alcool, la presenza di malattie croniche quali il diabete, lo stress, una certa familiarità con altri casi di infarto e l’accumulo oltre la norma di Omocisteina, proteina C-reattiva e fibrinogeno. Anche l’età e lo sforzo fisico eccessivo, ovviamente, possono essere tra le cause maggiori dei sintomi dell’infarto e dell’arresto cardiaco stesso.

Ti è piaciuto l'articolo?

  • Si, mi piace! --------------------->
  • No, non sono d'accordo perchè... -->
Loading Facebook Comments ...

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title="" rel=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>